Steve Spielberg porta nei cinema la storia del “Gigante gentile”

0

La pellicola è il secondo adattamento cinematografico del romanzo scritto da Roald Dahl nel 1982 dal titotlo “Il mio amico gigante“.

Nel fantastico mondo diretto da Steve Spielberg in un orfanotrofio di Londra in cui vive la piccola Sofia, appare come per magia un uomo gigante. Quest’uomo avvolto da un mantello e con in mano un bastone porta via con sé la piccola orfanella che scoprirà l’esistenza di un mondo che non aveva mai visto prima.

Sofia in Il gigante gentile

GGG(Grande Gigante Gentile è il nome dell’uomo che ha “rapito” Sofia) porterà la bambina nel suo mondo di giganti in cui quasi tutti si nutrono di carne umana, in particolare quella dei bambini. Ma GGG è diverso da tutti gli altri giganti, lui non si nutre di carne umana ed è un gigante molto buono. Grazie a questa predisposizione verso gli umani, i due diventano grandi amici. Sofia decide di aiutare GGG nel suo lavoro che consiste nel portare sogni buoni a tutti i bambini del mondo. Ben presto scopriranno che tutti gli giganti sono impegnati in una rivolta contro il mondo degli umani. I due amici decidono così di avvisare la regina d’Inghilterra e di impegnarsi nella difesa del mondo dei “piccoli” umani.