Streghe, Shannen Doherty dice la sua sul prequel

L'attrice si dice molto curiosa di vedere come sarà realizzato il progetto.

0
streghe
streghe

La popolare serie tv Streghe tornerà presto sul piccolo schermo: il grande successo riscosso dallo show andato in onda dal 1998 al 2006, e molto quotato anche nel periodo successivo alla messa in onda, ha infatti spinto la CW a riportare in vita la serie. Sulla decisione presa dal network CW, lo stesso che ha prodotto la serie originale, hanno influito anche gli alti riscontri di pubblico ottenuti da Streghe a partire dal 2012, anno in cui è stata aggiunta al catalogo americano di Netflix.

Nelle scorse settimane l’attrice Holly Marie Combs, protagonista della sere originale insieme a Shannen Doherty, Alyssa Milano e Rose McGowan, aveva rilasciato dichiarazioni non molto lusinghiere sul nuovo progetto, bocciandolo in toto e criticando il network per aver definito il nuovo Streghe femminista, quasi a significare che il precedente non lo fosse.

Sulla vicenda si è recentemente pronunciata anche la Doherty, che pur rimarcando il mancato riconoscimento della precedente versione in un’ottica di “girl power”, si dice molto curiosa di vedere come sarà realizzato il progetto.

Secondo quanto riportato da Entertainment Weekly, le vicende narrate nei nuovi episodi saranno ambientate nel 1976. Non si tratterà quindi di un reboot nè di un sequel di Streghe: ciò che verrà realizzato può considerarsi a tutti gli effetti un prequel di quanto narrato nelle precedenti stagioni andate in onda a partire dagli anni ’90.

Al momento non è stato ancora reso noto alcun nome di coloro che andranno a comporre il cast. In base alle dichiarazioni dell’attrice Alyssa Milano, la CBS aveva provato a realizzare un reboot di Streghe senza gli attori della serie originale, ma il tentativo non ha avuto esito favorevole.

La realizzazione del prequel è orientativamente programmata per la stagione 2018/2019.