Scienza e Tecnologia unite per combattere le malattie, attraverso l’utilizzo di batteri ogm

0
Batteri, tecnologia
Batteri

La tecnologia sta rivoluzionando il nostro mondo e sta cercando di migliorare la nostra vita.
Molte sono le innovazioni che hanno rivoluzionato la nostra vita e che ci offrono un aiuto concreto.
L’avanzamento tecnologico non si sta sviluppando solo nel campo dell’assistenzialismo vero e proprio, ma sta invadendo anche il campo scientifico.
Proprio nel campo scientifico, la tecnologia sta dando un apporto fondamentale per aiutare a prevenire le malattie.

I batteri ogm potranno curare alcune malattie?

E’ “Il Sole 24 ore” a riportare la notizia di studi, da parte di alcune company, nel campo della biologia sintetica.
La prima è la  Synlogic di Cambridge, che ha modificato il batterio  Escherichia coli.
Da questo batterio ha ottenuto due nuove versioni:

  • La prima versione, permette di eliminare gli accumuli di ammoniaca nel sangue nei pazienti affetti dalle malattie metaboliche del fegato,
  • La seconda versione, permette di rimuovere gli accumuli neurotossici dell’aminoacido fenilalanina , presenti nelle persone colpite dalla malattia genetica fenilchetonuria.

La seconda company, che sta effettuando studi nella biologia sintetica, è Intrexon nel Maryland.
La compagnia sta modificando un altro batterio, Lactococcus lactis, usato nella produzione casearia.
Con la modifica di questo batterio, la company si è posta l’obiettivo di poter combattere il diabete e di contrastare le ulcerazioni delle mucose provocate dalla chemioterapia.

Il ciclo di vita di questi batteri è limitato, sebbene alcune company stiano cercando di creare dei batteri che, una volta entrati nel corpo umano, resistano e vivano nel corpo umano.