Teen Wolf: 6×11- “Said the spider to fly”

0
teen-wolf
Teen Wolf. Fonte screen youtube

Dopo una lunga e straziante attesa di circa sei mesi, una delle serie più amate ritorna.

L’undicesima puntata dell’ultima stagione é stata rilasciata in Italia il 31 luglio. In realtà l’ho trovata un po’ confusa e sinceramente questo mi ha scombussolato. Ma non ha deluso le mie aspettative.

La puntata inizia con Scott, che é stato promosso ad aiutante del coach.

L’estate sta finendo e Scott sta allenando la squadra di lacrosse. Durante l’allenamento, un lupo giunge sul campo.

Il lupo sembra quasi acquisire un valore simbolico. In effetti sarà lui a condurre i ragazzi nella foresta. Ciò che attrae la loro attenzione è vedere così tanti corpi di lupi morti. La stessa scena si presenta agli occhi di Liam e Mason: questa volta i protagonisti, però, sono dei topi.

Il nodo centrale della puntata ha inizio ad Echo House. Un uomo riesce a “scongelarsi” dalla capsula formatasi dal gelo e fugge dal manicomio. Si tratta di un altro segugio infernale che sta cercando di fermare qualcuno.

Per questo motivo si scontra dapprima con Parrish, anche lui segugio infernale, e poi con Liam. Quest’ultimo riesce ad avere la meglio. Ma il destino che gli riserva il futuro al “segugio-scongelato” é a dir poco tragico.

Dopo esser stato sconfitto, si rifugia nella foresta. Un colpo di pistola metterà fine alla sua vita. Il proiettile usato porta lo stemma degli Argent.

Tutti questi eventi convinceranno Lydia, Scott e Malia a non partire. Una parte fondamentale per tale decisione é la visione della Banshee. Quest’ultima vede delle ragnatele, dalle quali una voce misteriosa incomincia a parlare. Essa afferma di aver liberato qualcuno o qualcosa che “avrebbe dovuto correre con la Caccia Selvaggia per l’eternità“.

Invece Styles sta realizzando il suo sogno. E’ entrato a far parte nell’FBI di Quantico. Ma anche qui il suo destino non sembra staccarsi da Beacon Hills. In effetti scopre che il suo amico Derek é ricercato per omicidio di massa.