Terracina: uomini e donne sono di tricolore

0

Terracina supera per 7-4 il Viareggio e conquista il terzo scudetto. E’ doppietta per i pontini dopo la Coppa Italia. Decisivi Ddì e Palmacci autori rispettivamente di un tris e una doppietta

Dopo la sconfitta di 15 giorni fa in Supercoppa contro l’Happy Car Sambenedettese il Terracina diventata, insieme al Milano la formazione più titolata in Italia, grazie al suo terzo scudetto (2011 e 2012). I pontini, che mettono a segno la doppietta Coppa Italia e Scudetto, eliminano nei precedenti turni della Final 8: Lamezia Terme ai Quarti e il Catania in Semifinale battono per 7-4 anche il Viareggio, arrivato come nel 2012 ad un passo dal tricolore. Alla Dolomita Beach Arena di Lignano Sabbiadoro si è assistita a più di una sfida sportiva, è stata qualcosa che va oltre, ai confini delle emozioni.

I tigrotti allenati da Emiliano Del Duca sono stati bravi ad attendere il momento giusto per chiudere i conti. Per due terzi della gara il Viareggio è rimasto in scia al Terracina poi nel terzo tempo ha prevalso il cinismo e il sangue freddo dei pontini. In campo c’erano  ben otto azzurri, ed al di là del risultato è un’ottima notizia per il Beach Soccer italiano. Il terzo tricolore del Terracina è arrivato grazie alla concentrazione massima, rabbia e ferocia agonistica condita dalle giocate dei singoli.

LA GARA –  Partenza sprint tra le due formazioni, sostenute da un folto pubblico, con una nutrita rappresentanza di supporter bianconeri. Il Viaraggio diciamo giocava in casa. Il risultato si sblocca solo all’8′ con il vantaggio del Terracina siglato da Simone Olleja: una rasoiata che non lascia scampo a Carpita. I pontini sfiorano subito il raddoppio con Ddi al termine di un bel dialogo in velocità con Palmacci e Corosiniti. Il primo tempo si chiude con il vantaggio del Terracina. Nel secondo tempo il

Terracina: azione di gioco
Terracina: azione di gioco

Viareggio fatica a creare occasioni da rete e al 4′ Carotenuto in rovesciata colpisce la traversa. Passa un minuto (5’) e Matteo Olleja atterra Rafael che pareggia con un perfetto calcio piazzato. Il Terracina risponde subito, direttamente dalla rimessa in gioco, con uno straordinario ace di Ddi. Parità che viene ristabilita da capitan Marinai al 7′, sfruttando nella circostanza un intervento impreciso di Spada. Sul 2-2 la partita diventa ancora più spettacolare. Al 10′ Terracina torna avanti con Palmacci. Ad un minuto dal termine arriva un gran colpo di Carotenuto da far impazzire la Dolomia Beach Arena.  Il terzo ed ultimo tempo si apre con due magnifiche reti di Ddi. Al 2′ Spada si supera, prima neutralizzando un penalty di Gori e poi su una rovesciata di Marinai. Non è da meno il suo collega Carpita che al 5′ accorcia le distanze con un colpo coast-to-coast. Passano inesorabili i minuti ed il Viareggio non riesce a colmare la distanza che li separa dai pontini. All’11’ arriva la rete dell’inesauribile Paolo Palmacci, nominato Miglior Giocatore della Serie A 2015. Finisce 7-4 per il Terracina che diventa cosi la squadra più titolata d’Italia insieme al Milano.

Ma nella giornata di ieri si sono giocate altre finali, come quella del terzo posto conquistato dal Catania che ha avuto la meglio per 5-2 contro i campioni uscenti dell’ Happy Car Sambenedettese che ha cercato di riaprire la partita in diverse circostanze ma non c’è riuscita. Il Catania non vince dal 1008 ma in questi anni ha sfiorato tante imprese e i siculi stanno amalgamano pian piano un gruppo che presto dirà la sua. Non è un caso se il nuovo acquisto Raffaele Ortolini si è laureato capocannoniere della Serie A con 18 reti segnate. Mentre l’Happy Car Sambenedettese può ritenersi soddisfatta, ha alzato il suo quarto trofeo consecutivo negli ultimi tre anni.

Il cielo di Terracina è colorato nuovamente dal tricolore dopo quello che alcune settimane fa hanno conquistato le colleghe donne in quel di Catanzaro contro le ormai ex campionesse e padroni di casa.

 

LE GARE

FINALE 1^/2^ POSTO

VIAREGGIO-TERRACINA 4-7 (0-1, 3-3, 1-3)

Viareggio: Carpita, Pacini, Tavares, Rafael, Ramacciotti, Marinai, Gori, Taffi, Gemignani, Valenti, Di Palma, D’Onofrio; All. Santini

Terracina: Spada, Ddi, Olleja M., D’Amico, Olleja S., Francois, Carotenuto, Palmacci, Campominosi, Mucciarelli, Del Duca, Corosiniti; All. Del Duca

Arbitri: Matticoli di Isernia e Pizzol di San Donà di Piave

Reti: 8’pt Olleja S. (T); 5’st Rafael (V), 5’st Ddi (T), 7’st Marinai (V), 10’st Palmacci (T), 10’st Rafael (V), 11’st Carotenuto (T); 1’tt Ddi (T), 1’tt Ddi (T), 5’tt Carpita (V), 11’tt Palmacci (T)

FINALE 3°/4° POSTO

HAPPY CAR SAMBENEDETTESE-CATANIA 2-5 (1-2, 0-1, 1-2)

Happy Car Sambenedettese: Carotenuto, Nelito, Pastore, Marazza, Di Maio, Palma, Camilli, Bruno Novo, Ciferni, Addarii, Comello, Andre; All. Di Lorenzo

Catania: Del Mestre, Gabriel, Nico, Platiania, Palazzolo, Bosco, Maradona jr., Fred, Rodrigo, Zurlo, Ortolini; All. Della Negra

Arbitri: Buscema di Udine e Bottalico di Bari

Reti: 4’pt Platania (C), 4’pt Palazzolo (C), 9’pt Palma (S); 4’st Ortolini (C); 3’tt Rodrigo (C), 4’tt Rodrigo (C), 6’tt Bruno Novo (S) rig.

FINALE 5°/6° POSTO

ANXUR TRENZA-CATANZARO 3-4 (0-0, 2-3, 1-1)

Anxur Trenza: Opromolla, Duarte, Torres, Simonelli, Lucio, Alla, Altobelli, Savarese, Michella, Morgera, Traccitto, Stefanini; All. Alla

Catanzaro: Piazza, Cosentino, Miceli, Palumbo, Alan, Errigo, Fodaro, La Salvia, Mauro, Vavalà; All. Vavalà

Arbitri: Frau di Carbonia e Romani di Modena

Reti: 3’st e 6’st Duarte (A), 9′ e 10’st Mauro (C), Traccitto (A) aut.; 4’tt Savarese (A), 11’tt Palumbo (C)

FINALE 7°/8° POSTO

LAMEZIA TERME-ECOSISTEM FUTURA ENERGIA CATANZARO 5-3 dcr (0-0, 1-0, 1-2; 0-0)

Lamezia Terme: D’Augello, Rocca, Mascaro, Mercuri, Curcio, Muraca, Coscarelli, De Sio, Scalese, Gallo, Perciamontani; All. Saladino

Ecosistem Futura Energia Catanzaro: Galeano, Mercurio D., Staffa, Cittadino, Bassi De Masi, Morabito, Parentela, Diop, Procopio, Talotta, Mercurio S., Bronzi; All. Parentela

Arbitri: Marton di Mestre e Feleppa di Gorizia

Reti: 2’st Perciamontani (L); 2’tt Bassi De Masi (E), 4’tt Mercuri (L), 6’tt Diop (E)

Note: sequenza rigori Curcio (L) gol, Procopio (E) gol, Scalese (L) gol, Staffa (E) parato, Muraca (L) gol

 

RISULTATI

Venerdì 7 agosto
Quarti di Finale Serie A Beretta
Terracina-Lamezia Terme 4-2
Catanzaro-Happy Car Sambenedettese 2-5

Viareggio-Ecosistem Futura Energia Catanzaro 5-1
Catania-Anxur Trenza 5-2

Sabato 8 agosto
Semifinali 5/8 posto Serie A
Lamezia – Anxur 2-3
Catanzaro – Ecosistem Futura Energia Catanzaro 6-4 dtr (3-3)
Semifinali 1/4 posto Serie A
Happy Car Sambenedettese – Viareggio  2-3
Terracina – Catania 5-4

Domenica 9 agosto
Finali 3/8 posto Serie A
Finale 7/8 posto – Lamezia Terme – Ecosistem Futura Energia Catanzaro 5-3 dtr (2-2)
Finale 5/6 posto – Anxur – Catanzaro 3-4
Finale 3/4 posto – Happy Car Sambenedettese – Catania 2-5
Finale Scudetto
Viareggio – Terracina 4-7

 

Albo D’Oro Campionato

2004: Cavalieri del Mare; 2005: Cavalieri del Mare; 2006: Milano; 2007: Milano; 2001)8: Catania; 2009: Napoli; 2010 Milano; 2011 Terracina; 2012 Terracina; 2013 Milano ; 2014 Happy Car Sambenedettese; 2015 Terracina