Thohir mostra il suo lato deciso: “Quando altri presidenti mi attaccano…”

0

Nella lunga intervista rilasciata nella giornata di ieri a SkySport24, Erick Thohir si è soffermato anche sull’attuale stato del campionato italiano. Secondo il patron dell’Inter, il marchio della Serie A deve assolutamente crescere all’estero, in particolare negli Stati Uniti e in Asia. Non manca la stoccata a qualche presidente che ha pronunciato parole poco tenere nei suoi confronti. Di seguito le dichiarazioni: “Hanno aperto la finestra relativa alle partite. Tre partite al pomeriggio il sabato per esempio. Bene ma non sufficiente. Devono migliorare molto. Credo che la Serie A debba migliorare e sviluppare il marchio ed espandersi in Asia ma anche negli Stati Uniti. La Serie A è al secondo posto in alcuni paesi e non credo voglia dormire e diventare numero tre o quattro. La partita di domenica sera, per esempio, va valutata la data, vedere se il numero di persone che vanno allo stadio cresce, restsa stabile o cala. Non mi lamento, sono contento, ma al tempo stesso vorrei che la Serie A fosse più aggressiva. Tra noi presidenti non ci possiamo attaccare, siamo dalla stessa parte, siamo simboli dei club e dobbiamo rispettarci a vicenda. Quando altri presidenti fanno delle dichiarazioni su di me, non commento perché le critiche mi rendono più forte. La Lega deve proteggere l’operato dei club. Ora basta, mai più un caso Parma in futuro. La Serie A deve garantire questo”.