Thohir starebbe per vendere parte dell’Inter a un gruppo cinese

0

Gli attacchi di Moratti a Thohir sembra che abbiano mosso le acque nella presidenza dell’Inter. L’indonesiano, infatti, starebbe trattando con il gruppo cinese Suning, brand che si occupa della vendita al dettaglio di elettrodomestici e prodotti elettronici.

Secondo quanto riporta sportmediaset.mediaset.it, nel fine settimana del 21-22 maggio, Thohir si fermerà in Cina  all’ad Michael Bolingbroke e al dg Giovanni Gardini, si fermerà in Estremo Oriente cercando di trovare un’intesa con il patron della Suning, Zhang Jindong, a capo del gruppo Suning. La quota di mercato che prenderebbe Jindong non sarebbe affatto irrisoria: entrerebbe, infatti, sempre stando a quanto scrive sportmediaset.mediaset.it con un aumento di capitale pari a 80 milioni prendendo il 20% dell’Inter. In questo modo, i nerazzurri avrebbero più capi all’interno della propria dirigenza che si comporrebbe in questo modo: Thohir 56%, Moratti 23,5%, Suning 20%, altre minoranze con lo 0,5%.

Thohir e Moratti, quindi, sarebbero i primi due ad avere le percentuali maggiori, con Suning poco sotto al secondo. Dovrebbe risolversi tutto entro giugno ma, si sa, quando si tratta di soldi (tanti soldi) e di mercati dirigenziali, tutto può cambiare in un attimo o dilatarsi all’infinito. Non resta soltanto che aspettare l’esito delle trattative fra i due imprenditori orientali.