Tirendiconto.it, dov’è finita la trasparenza del Movimento 5 Stelle?

0
Luigi Di Maio fonte foto: Di Mattia Luigi Nappi - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=60882071
Luigi Di Maio fonte foto: Di Mattia Luigi Nappi - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=60882071

Impegnati a definire gli ultimi dettagli della manovra economica, i deputati e i senatori del Movimento 5 Stelle si sono dimenticati di rendicontare agli elettori (tutti) le proprie spese. Sì, perché sul portale tirendiconto.it, gli ultimi aggiornamenti su ogni singolo parlamentare sono fermi a febbraio 2018, prima delle elezioni che hanno sancito il trionfo dei pentastellati. Non è aggiornato neppure lo stato delle rendicontazioni generali ma, in compenso, il 30 giugno è stato varato un nuovo “Regolamento relativo al trattamento economico degli eletti del Movimento 5 Stelle”.

A dire il vero, però, è stato pubblicato il grafico delle spese quadrimestrali (23.03.2018 – 31.08.2018) per il Senato e il Rendiconto 2018 chiuso al 22.03.2018 per la Camera. Troppo poco, però, per un Movimento che aveva fatto della trasparenza la sua stella polare.