Toby Price si aggiudica la Dakar 2016, l’italiano Cerruti dodicesimo

0

L’australiano Toby Price, classe 1986, è stato il primo pilota tra tutte le categorie ad essere incoronato “re del deserto”. Guida del KTM RedBull Racing Team, è alla sua seconda partecipazione al più famoso RallyRaid mondiale, la Dakar. L’edizione 2016 è partita da Buenos Aires il 2 Gennaio, ha attraversato Argentina e Bolivia, per approdare al podio di Rosario in data odierna.

I motociclisti sono partiti da Villa Carlos Paz alle 06.15 locali per affrontare gli ultimi 180 chilometri di questa trentacinquesima edizione della Dakar. Il primo a concludere la speciale odierna è stato il cileno Pablo Quintanilla, in sella alla sua Husqvarna, stoppando il cronometro a 1:51:27 e garantendo la sua presenza sul gradino più basso del podio.

Price taglia il traguardo di Rosario in quarta posizione: per lui è stato essenziale non prendere rischi eccessivi durante la guida allo scopo di conservare il primo posto nella classifica assoluti, firmando l’ipoteca sul primo titolo personale. Il tempo, segnato di fianco al suo nome, non mente: 48 ore, 9 minuti e 15 secondi. Un divario importante dal compagno di team Stefan Svitko, che conquista il secondo posto assoluto tra Price e Quintanilla, di circa 40 minuti.

Il nostro connazionale Jacopo Cerruti, ventiseienne pilota del team HT Husqvarna, dopo una rimonta sensazionale dal quattordicesimo posto, ha chiuso il suo Raid in dodicesima posizione. Il suo obiettivo era quello di arrivare al traguardo, come rivela il giovane in un intervista comparsa sulle pagine de La Gazzetta Dello Sport, ma il suo desiderio più grande era quello di giocarsela tra i “grandi”. Intenti entrambi superati e promosso a pieni voti.

 

Fonte foto: www.redbull.com