Tom Hardy sarà Al Capone in Fonzo

0
Al Capone nel 1931. Fonte Wikipedia
Al Capone nel 1931. Fonte Wikipedia

Non sarà il solito biopic sul mondo della malavita il film di Josh TrankFonzo“, sulla figura del re del crimine di Chicago Al Capone. Nei panni del “nemico pubblico numero uno” degli anni 30 ci sarà Tom Hardy, che già ha avuto contatto con il mondo del crimine per la sua interpretazione dei gemelli Kray , a capo di una organizzazione criminale londinese tra gli anni 50 e 60, in Legend del 2015.

Anziché ripercorrere gli anni che portarono Al Capone, da povero figlio di immigrati di Angri a New York a più pericoloso criminale in circolazione, secondo l’FBI, nel 1930, nello stile tipico dei biopic alla David Copperfield, il film ripercorrerà gli ultimi anni di vita del boss, che dopo aver scontato una pena per frode fiscale, fu colto da demenza a causa di una malcurata sifilide contratta in età giovanile.

Nel film si immagina che, a causa della malattia, Capone sarà tormentato da allucinazioni e si troverà a interagire con i fantasmi del passato, con al suo fianco la sola moglie, l’irlandese Mae Coughlin sposata nel 1918 agli albori della sua carriera criminale.

Mentre Tom Hardy sta diventando una stella di prima grandezza di Hollywood, coronata dalla nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista per Revenant l’anno scorso e che presto rivendremo in Dunkirk del regista Christopher Nolan, che lo aveva lanciato in Inception per poi portarlo alla ribalta in “Il cavaliere oscuro – Il ritorno”, dove interpretava il cattivo Bane, Josh Trank è solo al suo terso lungometraggio e spera con questa pellicola di rilanciarsi dopo il flop del suo “I Fantastici 4“, reboot del 2015 della serie sui supereroi Marvel, aggiudicandosi anche il Razzie Awards del 2016 per peggior film e peggior regia, a sua detta snaturato nel montaggio finale dalla visione che aveva del film.

Sembra comunque che Hardy fosse destinato a interpretare il mafioso italoamericano, le cui gesta criminali dovevano essere riprese nel film Cicero, in procinto di arrivare alla produzione dall’ormai lontano 2012 e che, visto lo sviluppo di “Fonzo” è stato definitivamente cancellato.