Tom Sykes: “Gare sfortunate, dovevamo recuperare più punti”

0

Dopo le gare deludenti di ieri a Portimao, oggi Tom Sykes scende in pista con i suoi compagni di pista per un test proprio sulla pista portoghese.

Non è soddisfatto Tom dei risultati ottenuti ieri, tanta la rabbia per il guasto elettronico di Gara1 dove è riuscito a salvare la situazione e il podio ma il rammarico più grosso c’è per Gara2, fermato da un cerchio difettoso che ha sgonfiato la gomma poco alla volta ma al termine della corsa ha costretto il pilota KRT a retrocedere addirittura in ottava posizione.

“Non è stata una giornata facile per noi ed è stato un vero peccato per gara 1 ed il piccolo inconveniente tecnico ma soprattutto per la gomma posteriore sgonfiatasi nella successiva” ha ammesso Sykes. “In gara 1, ad un certo punto, i giri del motore sono crollati, salvo poi tornare a posto e questo mi ha permesso di chiudere in seconda posizione. La pressione della gomma posteriore è andata calando già da inizio di gara 2 ed ed è davvero un peccato, perché ero certo di avere un buon set-up. Volevo testare la moto in gara 2 e non sapremo mai il nostro vero livello. Abbiamo avuto un weekend costante per molti versi, quindi è un peccato per le sfortune incontrate. Jonathan era in forma e noi dovevamo capitalizzare”.

Sykes era riuscito a rialzare la testa dopo un inizio di stagione molto deludente solo ad Imola, mettendo le mani sulla corsa al titolo solo nella corsa di casa disputata poco più di due settimane fa.

Con la giornata di test di oggi, l’ex campione del mondo, spera di riuscire a trovare la chiave di volta definitiva per cancellare con un colpo di spugna i brutti ricordi dei mesi passati e ritrovare il feeling ottimale che è sempre scorso fra lui e la Kawasaki e che sembra essersi spezzato con l’arrivo di Jonathan Rea.

Prossimo banco di prova, per capire se i test hanno dato la svolta cercata, sarà il 21 giugno a Misano.