ESCLUSIVA-Tommaso Cassissa:”L’idea di questa canzone è una conseguenza della stima profonda che provo per Gli Ylvis, Lil Dicky e di Checco Zalone “

0
Tommaso Cassissa
ph: Elisa Priano

In esclusiva per Dailynews24 lo youtuber Tommaso Cassissa.

Ci racconti chi è Tommaso Cassissa
Sono un ragazzo come tanti, ho 18 anni e abito in un piccolo paese in provincia di Genova.
Frequento il liceo scientifico, gioco a calcio e da qualche anno a questa parte ho creato su
youtube un mio piccolo spazio in cui poter raccontare la mia semplice vita in modo ironico,
dando sfogo a tutta la mia follia.

Tommaso sei uno youtuber di successo. Ci dici com’è nata l’idea di creare un canale su youtube e che cosa pubblichi principalmente?
Partiamo dal presupposto che faccio fatica a definirmi “youtuber” figuriamoci “di successo”,
quindi ti ringrazio vivamente!
L’idea di aprire un canale è nata circa 8 anni fa, mi è balenata in mente l’idea di iniziare a postare video online in realtà già dal primo momento in cui scoprii youtube nel lontano 2010. Sin da bambino ho sempre amato recitare e fare il buffone insieme ad amici e compagni di classe. Io e mio fratello passavamo tutta l’estate chiusi in casa a fare video e piccoli “film” che poi lui montava e insieme mostravamo alla nostra famiglia e a qualche amico. Nel momento in cui scoprii youtube fu amore a prima vista, uno strumento così semplice ma allo stesso tempo cosi potente, accessibile a tutti e tramite il quale chiunque poteva dare sfogo a tutte le sue fantasie. Guardando i primi video di Wilwoosh ho capito che volevo fare quello, crescendo sono cambiate molte cose ma la passione per YouTube è rimasta ed è cresciuta con me. Dopo vari tentativi (il primo canale con mio fratello e diversi canali da solo) nel 2015 ho deciso di aprire questo canale insieme ad un amico. Dopo diverse vicende sono rimasto da solo e ora gestisco il mio canale completamente in modo indipendente da un anno a questa parte e per ora (incrociamo le dita) si procede a gonfie vele!

Nei video parlo semplicemente di quella che è la mia vita, ironizzo su tutto ciò che vivo e
cerco di trasformare in risata tutte le sfighe che mi accompagnano quotidianamente.
Ironizzare su un brutto voto, una friendzone o sul rapporto alunno-professore da modo di
superare, attraverso una risata, qualsiasi momento e ciò mi aiuta moltissimo. Nei video
esagero molto e porto tutto all’estremo, ma non c’è nulla di quello che racconto che non
abbia in sé un fondo di verità.

Il primo giugno esce “Non so Ballare”, il tuo nuovo singolo. Ci racconti com’è nata e pensi che possa essere una hit estiva?
Penso che la musica, così come i video, sia una delle poche cose in grado di farmi
emozionare così tanto. Non so cantare e di sicuro non sono un musicista, ma l’idea di fare
un pezzo musicale mi balenava in testa da parecchio tempo.
L’idea vera e propria di questa canzone è una conseguenza della stima profonda che provo verso artisti comici come Gli Ylvis, Lil Dicky o anche rimanendo in Italia attori e comici dal calibro di Checco Zalone che attraverso le loro canzoni comiche parodizzano l’idea di musica in sé e il modo in cui normalmente viene concepita. Ovviamente il mio pezzo sarà autoironico e divertente, io e miei amici, che mi hanno aiutato con la nascita del singolo, ci siamo divertiti un sacco e già questo basta e avanza. Gli amici che mi hanno aiutato in questo progetto sono Luca Sironi, con il quale ho scritto parte del testo e organizzato il video, e i due produttori HAKT e 5HOW.

Quali sono le sue passioni?
La prima è sicuramente YouTube e il mondo del web in generale. Principalmente amo
giocare a calcio, con i miei amici, e sono uno scout mentre nel tempo libero studio (vorrei
fosse così ma in realta è viceversa).

Che rapporto hai con i social network?
Adoro Instagram. La semplicità con cui si arriva alle persone essendo semplicemente se
stessi è veramente strabiliante. Di norma non sono uno che ama condividere ogni singola
cosa della mia vita privata online, probabilmente se non avessi un canale youtube non mi
ritroverei a postare ogni giorno nuove foto, ma per continuare a mantenere attive le
persone che mi seguono è necessario. Nei post che metto e in quello che pubblico sui
social sono forse ancora più me stesso che nei video su YouTube.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Forse il mio più grande sogno è di poter continuare a fare questo sempre a livelli più alti e
fare in modo che il mondo della comunicazione (tv, web, radio) diventi in futuro la mia vera
professione.
Sono molto fiero di dove sono ora ma non voglio pormi limiti. Spero solo di
riuscire a fare al meglio ciò che in futuro mi ritroverò a fare, questo è il mio unico obiettivo.

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Per quanto riguarda il web, io e i miei amici abbiamo in mente un sacco di cose, nuove
canzoni, tantissimi video e mille altre idee. Per ora ci concentriamo sulla canzone che sta
per uscire, una volta uscita quella forse inizieremo già a pensarne un’altra.
Nella mia vita privata invece, scolasticamente parlando, sono pronto ad affrontare la quinta
superiore con tutte le mie forze. Più avanti non ho idea di cosa farò nel dettaglio, ma
sicuramente l’università.