venerdì, Marzo 1, 2024
Home Blog

Toyota: Rav 4 ibrida non passa il “test dell’alce” a causa del controllo antipattinamento

0

Il test dell’alce o Mose testo e quella importante prova di sicurezza a cui vengono sottoposti tutti i nuovi modelli per valutare la capacità di tenuta di stabilità nel caso in cui sia necessaria una manovra di emergenza  per schivare uno ostacolo sulla strada. Nello specifico il test serve a valutare la capacità di un auto di schivare un Alce e riallenarsi alla carreggiata senzo uscire fuori strada. Questo famoso test di origine svedese ha bocciato numerosi modelli nel corso degli anni tra cui come ultima vittima la Toyota Rav 4 in versione ibrida sottoposta alla prova dalla rivista specializzata Teknikens Värld. Nella prova – che tecnicamente la prova consiste in uno scarto improvviso seguito da un altrettanto rapido raddrizzamento della vettura – il suv del colosso giapponese ha  mostrato che già a 63 km/h (contro i 72 km/h minimi previsti per superare il test) gravi problemi di stabilità imputabili al sistema antipattinamento VSC.

Prendendo atto dell’esito negativo del test Toyota ha riferito “Implementeremo misure per garantire che il RAV4 Plug-in Hybrid superi la prova proposta da Teknikens Värld e garantiremo un aggiornamento gratuito del sistema VSC a tutti i clienti fin da gennaio 2021, oltre a implementarlo in tutte le vetture destinate al mercato europeo. Contestualmente, raccomanderemo anche di aumentare la pressione degli pneumatici posteriori quando l’auto è a pieno carico.”

La rivista aveva chiesto a Toyota per quale motivo il sistema VSC, aggiornato su RAV4 Hybrid già nell’agosto scorso, non fosse stato ugualmente adeguato nella versione plug-in del suv. A questo, Toyota ha risposto che “durante il processo di sviluppo, il RAV4 Plug-in Hybrid ha superato tutti i test” e che “il modello è conforme a tutte le normative di sicurezza prevalenti nei mercati di tutto il mondo. Inoltre – ha proseguito – è anche conforme agli standard interni di Toyota, che superano i requisiti di legge in un gran numero di test. Il RAV4 Plug-in Hybrid – sostiene ancora il gruppo giapponese – è dotato della versione più avanzata del Toyota Safety System, che include un’ampia gamma di funzioni di sicurezza, tra cui i sistemi di protezione attiva in caso di incidente, l’avviso di deviazione dalla corsia e il controllo di stabilità (VSC)”.

Di fatto non è la prima volta che i veicoli di casa Toyota vengono bocciati al test svedese, difatti anche la Toyota Hilux (un pick-up) nel settembre 2016 rischiò il ribaltamento proprio durante la prova condotta da Teknikens Värld.