Tre giocatori rinati sotto Spalletti, distrutti da Gattuso

0

Tre giocatori si sono ritrovati distrutti dalla cura Gattuso, che però hanno trovato più spazio sotto Luciano Spalletti

In un Napoli incredibile, ci sono anche giocatori incredibili. Tanti calciatori stanno trovando nuovo lustro sotto la gestione Spalletti, con ben tre giocatori che con Gattuso sembravano essere diventati oggetti misteriosi.

I tre calciatori in questione sono Meret, Lobotka e Rrahmani, che con Luciano Spalletti sono letteralmente rinati. Grossi meriti all’allenatore ex Inter, Roma e Zenit per la loro rinascita, specialmente perché ora i tre sono tra i perni di una formazione super. È un Napoli che corre e anche tanto e lo fa grazie ai suoi giocatori più rappresentativi.

Attestati di stima

Tutti e tre i giocatori nel corso della stagione hanno rilasciato alcune dichiarazioni, confermando il clima positivo che si respira tra gli azzurri. Il primo Meret: “Giocando qui sai che viene chiamato in causa poche volte e devi farti trovare pronto. Sono felice per la mia stagione e per quella della squadra, voglio continuare a lavorare così. La classifica la guardiamo, ma dobbiamo pensare di gara in gara. Siamo a metà, abbiamo un ottimo vantaggio, ma dobbiamo continuare a macinare gioco e punti. La classifica la guardiamo, ma dobbiamo pensare di gara in gara. Siamo a metà, abbiamo un ottimo vantaggio, ma dobbiamo continuare a macinare gioco e punti”.

Rrahmani, invece, ha parlato poco però ha detto la sua durante il match contro la Juventus: “Si era una situazione molto veloce, una bella azione. Pero noi dobbiamo continuare nel secondo tempo a fare quello che sappiamo. Abbiamo il risultato e dobbiamo gestire meglio la gara e provare a fare anche il terzo goal!”. Lobotka, invece, si disse contento: “Sto bene, niente di nuovo per me. È fantastico essere in testa in Europa e in campionato. Stiamo giocando un buon calcio, stiamo facendo bene. Abbiamo una buona atmosfera dentro e fuori lo spogliatoio. Anche i tifosi sono felici”.