Tre grandi film da non perdere a gennaio

0
Piccole Donne
Fonte: @littlewomenmovie Instagram

In un mese di grandi uscite e successi annunciati, tre perle cinematografiche firmate da grandi nomi del cinema contemporaneo da non perdere.

  1. Sorry we missed you di Ken Loach

Dopo Io, Daniel Blake (2016) Loach riprende il tema degli ultimi in un’opera piena di empatia. Nell’Inghilterra della fine degli anni Dieci, la famiglia di Rick sta scontando il prezzo della crisi economica del 2008. Svanita la possibilità di possedere una casa propria, Rick decide di vendere la macchina della moglie, badante a domicilio, per acquistare un furgone e iniziare a lavorare da freelance per una ditta di consegne. La fatica, l’assenza di tutele, l’adolescenza del figlio maggiore e un mondo sordo ai bisogni di chi è in difficoltà aumenteranno le distanze in famiglia che, tuttavia, resta il fulcro e il motore della vicenda. La delicatezza e la puntualità con cui Loach tratta un tema doloroso e attuale fanno di Sorry we missed you, già candidato ai BAFTA, un titolo imperdibile.

Al cinema dal 2 gennaio.

  1. Piccole donne di Greta Gervig

Greta Gerwig prosegue il suo racconto del mondo femminile dopo la sua riuscita opera prima, Lady Bird (2017), con un nuovo adattamento di Piccole donne di cui è anche sceneggiatrice. La giovane regista si muove liberamente tra le vicende del romanzo principale e del suo sequel, Piccole donne crescono, tramite l’uso di flashback costruiti ad arte. La rilettura, fresca e attuale pur rimanendo fedele alla penna della Alcott, è impreziosita dalla composizione quasi pittorica di ogni scena e dal curatissimo uso del colore.  Da sottolineare la riuscita scelta degli interpreti tra cui spiccano Saoirse Ronan (Jo March), già musa di Gerwig, e Timothée Chalamet, un insolito Laurie.

Al cinema dal 9 gennaio.

 

  1. 1917 di Sam Mendes

Prima guerra mondiale: due soldati britannici poco più che ventenni sono incaricati di superare le linee nemiche per recapitare un messaggio che potrebbe salvare 1600 compagni d’armi. Obiettivo di Sam Mendes, già premio Oscar per American Beauty, è quello di raccontare gli orrori e le ingiuste sofferenze della guerra insieme all’eroismo dei giovani protagonisti pronti a mettere a rischio la propria vita in una missione che si annuncia impossibile.  La spettacolarità delle scene, l’accuratezza delle ricostruzioni e un cast d’eccezione, tra cui spiccano Colin Firth, Andrew Scott e Benedict Cumberbatch, valgono all’opera di Mendes due Golden Globes e ben nove candidature ai BAFTA.

Al cinema dal 23 gennaio.