Trombetti chiama all’iniziativa popolare per portare Messi al Napoli

0
Lionel Messi, fonte By Lluís from Sabadell (Barcelona), España - LFS_14039, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36260000
Lionel Messi, fonte By Lluís from Sabadell (Barcelona), España - LFS_14039, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=36260000

Sulle pagine di Repubblica è stato pubblicato in questi giorni un editoriale firmato da Guido Trombetti, l’ex rettore dell’Università di Napoli Federico II. Il professore emerito è intervenuto per dire la sua sulla vicenda della presunta interruzione del rapporto tra Lionel Messi e il Barcellona.

Il fuoriclasse argentino ha una clausola nel suo contratto che gli permetterà a giugno di terminare unilateralmente il suo rapporto con i catalani. Visti gli ultimi screzi con il direttore sportivo Abidal e l’altalenante rendimento dei blaugrana, non è affatto escluso che la Pulga decida di andare via in estate e cambiare casacca dopo più di 15 anni.

Trombetti ha auspicato un suo fantascientifico un’approdo al Napoli pur consapevole che si tratti di un sogno. Senza perdersi in considerazioni oniriche, l’ex rettore dello storico ateneo campano ha addirittura fatto una proposta lanciando un’iniziativa popolare per autofinanziare lo stipendio dell’Argentino che attualmente percepisce circa 40 milioni di euro netti, una cifra fuori portata praticamente per chiunque.

Ha dunque tirato in ballo tutti quei tifosi che allo stadio cantano “Il Napoli è nostro” invitandoli a partecipare attivamente alla trattativa sottoscrivendo degli abbonamenti quinquennali dal valore di 2000 euro l’uno in modo da raccogliere una cifra di 10 milioni di euro annui nel caso di 5000 abbonati. Un’ipotesi che forse è davvero solo un sogno visto che i tifosi, già in rotta con De Laurentiis, difficilmente potrebbero e vorrebbero sostenere una spesa simile.