Trump rompe il trattato con la Russia: «Porremo fine all’intesa che Mosca vìola da anni»

Donald Trump rompe lo storico trattato con la Russia firmato nel 1987, dopo la Guerra Fredda.

0
Donald Trump (foto da pagina flickr Gage Skidmore)

«Porremo fine all’intesa che Mosca vìola da anni» ha annunciato Donald Trump, confermando le voci che circolano da ore. Il presidente degli Stati Uniti rompe lo storico trattato con la Russia, firmato nel 1987 dopo la Guerra Fredda da Ronald Reagan e Michail Gorbaciov a Washington.

Trump è pronto al riarmo degli USA soprattutto contro la Cina; questo potrebbe portare all’inizio di una nuova guerra fredda. Il presidente è stato molto chiaro: gli Stati Uniti cercheranno una nuova intesa con Russia e Cina «altrimenti anche noi cominceremo a sviluppare nuovi armamenti».
Nel 2014 già Barack Obama denunciò la violazione della Russia ma preferì lasciare la situazione invariata per non ricorrere agli armamenti. Trump, infatti, non si è lasciato scappare la possibilità di commentare l’accaduto: «Non capisco perché il presidente Obama non fece nulla, né negoziò un nuovo trattato né ritirò gli Usa da questo».

Nel frattempo l’ufficializzazione dell’uscita degli USA dall’Inf è attesa per la fine dell’anno. Nei prossimi giorni, il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton volerà in Russia per comunicare la decisione della Casa Bianca. Quali sono le intenzioni di Trump? Sicuramente dispiegare missili con testate nucleari in Asia così da contrastare la crescente influenza della Cina nel Pacifico occidentale. Inoltre, gli Stati Uniti sono pronti a modificare i vecchi missili Tomahawk e a sistemarli in Giappone e nella base di Guam.