Udinese-Juve, nessuna sanzione per Paratici. Spuntano le frasi rivolte all’arbitro

La ricostruzione di quanto accaduto nell'intervallo della sfida tra i friulani e i bianconeri

0
DaciArena, stadio dell'Udinese, fonte By Matteo.favi - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46655435
DaciArena, stadio dell'Udinese, fonte By Matteo.favi - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46655435

Fabio Paratici non ha ricevuto alcun provvedimento da parte del Giudice sportivo per quanto accaduto nel corso dell’intervallo della sfida con l’Udinese nell’ultimo turno di campionato.

Il ds del club friulano, Pierpaolo Marino, al termine della sfida aveva parlato di condizionamento da parte dei dirigenti bianconeri alla terna arbitrale:

“Sono nervoso, abbiamo fatto una grande partita, all’83’ c’è un’ingenuità di De Paul? Io dico anche di Chiffi. E’ un errore grossolano, regalarlo a Ronaldo non può passare inosservato.

C’è stato condizionamento: alla fine del primo tempo c’è stato un assalto a Chiffi perché non ha dato un minuto di recupero da parte di dirigenti, preparatori, allenatori. Sembrava avessero perso per il mancato recupero. Sono cose che appartengono a un calcio di altre epoche e non va bene. Ci sono stato e lo biasimavo allora come adesso”.

Stamani Dagospia ha ricostruito quanto accaduto all’intervallo, con il ds Paratici che avrebbe rivolto al direttore di gara le frasi “sei un raccomandato“, “non ho mai visto una cosa così in Italia“, e concludendo il discorso con un “vai a ca..re“.