UE, energia: il rinnovabile supera l’utilizzo delle fonti fossili

0

L’Unione Europea punta ad una società più sostenibile, come fra l’altro prova l’ambizioso obiettivo della neutralità climatica entro il 2050. In pratica, l’UE mira alla totale abolizione delle fonti di energia non rinnovabile, come il carbon fossile, da sostituire in pianta stabile con le energie rinnovabili, come nel caso del fotovoltaico, dell’eolico e del geotermico. Si punta dunque ad un graduale completamento del processo di decarbonizzazione, con l’Italia protagonista al pari degli altri paesi europei, e in grado di assicurare un importante contributo alla causa. Ecco perché oggi approfondiremo questi aspetti, compresa la notizia del superamento del rinnovabile ai danni delle fonti fossili.

L’energia rinnovabile mette la freccia: i dati Eurostat

Stando all’ultimo report prodotto da Eurostat, l’energia rinnovabile ha inserito la freccia e ha completato con successo il sorpasso ai danni dei combustibili fossili, per la prima volta nella storia. Si fa riferimento alla produzione di energia, che nel 2020 ha appunto superato il dato relativo ai combustibili fossili. È chiaro che questa manovra è stata favorita anche da contingenze esterne e abbastanza particolari, come il periodo di pandemia, che ha avuto un notevole impatto negativo sul mercato dei combustibili non rinnovabili. In parallelo è diminuito in modo abbastanza vistoso anche il consumo di energia prodotta da combustibili fossili: se si studia la tendenza degli ultimi 15 anni, si mette a registro un calo che supera il 23%. È chiaro, comunque, che servirà del tempo per staccarsi del tutto da queste fonti di energia, al punto che alcuni esperti giudicano la deadline fissata dall’UE fin troppo ottimistica. Ad ogni modo, per il momento le cose procedono positivamente, come sottolineano i numeri di Eurostat.

Anche i cittadini devono fare la propria parte

È chiaro che se da un lato serve un piano da rispettare a livello governativo e industriale, dall’altro anche i cittadini e le famiglie devono fare la propria parte. In altre parole, tutti noi dovremmo abbracciare nuove routine di vita che possano dirsi maggiormente sostenibili, e in linea con la volontà di abbattere l’utilizzo delle fonti di energia non rinnovabili. Naturalmente è possibile installare un impianto di pannelli solari a casa, ma questa operazione purtroppo può risultare molto complessa, soprattutto in determinate condizioni contestuali. In tal caso, comunque, è possibile rimediare: basta infatti affidarsi a dei servizi di energia verde 100% certificata, e di aderire alle offerte di luce e gas proposte dagli operatori di settore. Cosa si intende per energia verde? Si fa riferimento alle fonti che non possono essere esaurite e che si rinnovano, come nel caso del sole, dell’acqua, del vento e del calore della terra. Di contro, per essere considerata green al 100% l’energia in questione deve possedere una certificazione specifica.