Ulteriori restrizioni possibili, nuovo coprifuoco e limiti negli spostamenti

Considerando i contagi in salita, il Governo potrebbe aumentare le restrizioni sul territorio italiano. Tra queste un possibile coprifuoco anticipato e limiti alla mobilità.

0
Draghi sulla riapertura, Comuni in zona rossa, Possibile zona gialla rafforzata, Nuovo Decreto Sostegni, Bonus di 4200 euro, Draghi in visita, Nuovo Dpcm in vigore, Ulteriori restrizioni, Pasque e Pasquetta, Spostamenti tra regioni, Formazione nuovo Governo
Mario Draghi, Fonte Wikimedia Commons

Nonostante le regole del recente Dpcm, la curva epidemiologica continua a salire nel Bel paese. Ulteriori restrizioni potrebbero presto essere prese in considerazione dal Governo. Almeno secondo quanto ipotizzato dal “Corriere della Sera“.

RESTRIZIONI PIÙ SEVERE? – In data 5 marzo si terrà il consueto monitoraggio settimanale. E basandosi proprio su tali dati, il nuovo Governo di Mario Draghi potrebbe possibilmente optare per soluzioni ancora più drastiche. Soluzioni che saranno certamente condivise dal ministro della Salute, Roberto Speranza, convinto che i contagi peggioreranno prossimamente. Stessa linea di pensiero da parte del Governatore Vincenzo De Luca, che si è detto preoccupato per la situazione in Campania e a favore di regole più severe. Questo malgrado la regione in questione sia in zona arancione.

Tra le soluzioni, ipoteticamente studiate dallo Stato, il “Corriere della Sera” cita un probabile coprifuoco anticipato e limitazioni maggiori sugli spostamenti. Supposizioni legittime che non sono quindi da escludere.

COLORI REGIONI – Queste eventuali ulteriori restrizioni potrebbero quindi causare un cambiamento di colore per alcune regioni. Fatta eccezione per il Molise e la Basilicata, attualmente in zona rossa, quelle più a rischio sono Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Abruzzo e Campania. Località arancioni, per ora, come le Marche, la Toscana, Trento e l’Umbria, le quali sono però meno a rischio. Mentre Puglia e Lazio, anch’esse arancioni, sono invece in bilico.