Un Destro dritto allo stomaco dei fantallenatori: si attende un segnale di vita via Bologna!

0

Mamma, ho perso un attaccante! A.A.A. cercasi Mattia Destro. Fa ancora il calciatore di professione, anche se non sembra. Il flop di Bologna è servito. L’ex attaccante della Roma era chiamato ad un inizio di stagione totalmente diverso. Le attese non erano neanche tante, ma giuste. La piazza emiliana sembrava perfetta per ritrovare lo smalto di un tempo, ma sta affondando anche lui assieme alla barca denominata Delio Rossi. Ieri sono bastati pochi minuti per vedersi indirizzate le bestemmie dei suoi tifosi e di tutti i fantallenatori che lo avevano schierato, speranzosi, titolare. Un esperimento a perdere. Con tanti cari ringraziamenti da Samir Handanovic, ritrovatosi a respingere un pallone vagante all’ultimo minuto quasi con la bocca. E pensare che la sua carriera era partita in maniera decisamente promettente, lasciando il segno a Genova, sponda Genoa e poi a Siena. Lì hanno ottimi ricordi di lui, autore di reti a raffica. Anche a Roma non è che se la passasse peggio, ma la scintilla con l’ambiente giallorosso non è mai scoccata del tutto. Bersaglio della critica perenne, o quasi. La parabola discendente comincia agli esordi con il Milan. Se potessero i tifosi rossoneri stenderebbero letteralmente un velo pietoso. E così arrivò il Bologna. In 10 presenze ancora nessun gol. Si è adeguato alla sterilità della sua squadra. C’è chi spera ancora in una sua resurrezione calcistica e fantacalcistica, ma i numeri non sono per nulla incoraggianti. Parliamo pur sempre di un classe 91. Il tempo va a suo favore, ma un Destro allo stomaco, e al “portafogli”, dei fantallenatori non lo toglie nessuno. Mai una gioia sul versante Destro. C’è una strada maestra da ritrovare. #SaveBologna.