Un nanofarmaco ci salverà dal cancro

0

Si alza, forse, un grido di speranza per i malati di tumore ai polmoni. Arriva un nano farmaco (nab-paclitaxel) che porterebbe alla diminuzione dell’estendersi del cancro fino al 41%. E sarà l’Italia a dirigere le fila della ricerca. Sarà in prima linea con l’utilizzo di una molecola anche come terapia di mantenimento per tenere sotto controllo il cancro ai polmoni. La cura col nanofarmaco verrà condotta dopo aver avviato un trattamento chemioterapico e riuscendo a migliorare le condizioni di sopravvivenza proprio in una delle forme più aggressive.

I risultati della ricerca si trovano esposti nel “Abound”, uno studio internazionale di fase III che vede coinvolti 300 pazienti (di cui si parla in un congresso ora, a Vienna). Le prospettive della bab-paclitaxel, se associata al carboplatino porterebbero ad un nuovo cambiamento nelle tecniche terapeutiche chemioterapiche. Lo afferma Cesare Gridelli direttore del Dipartimento di Onco Ematologia dell’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino e presidente dell’Associazione Italiana Oncologia Toracica. Egli spiega: “Alla luce di questi dati, abbiamo deciso di verificare con un altro studio l’efficacia della molecola come terapia di mantenimento successiva alla combinazione. Oggi, in questo tipo di tumore al polmone, dopo 4-6 cicli di chemioterapia si sospende il trattamento e la sopravvivenza è di circa 1 anno. Stiamo verificando, in questo studio, le terapie di mantenimento”

Così, si è anche in grado di mantenere il risultato ottenuto con le chemioterapie iniziali con prospettive importanti. Ciò è quanto ha dichiarato lo studioso, ricercatore che ha dato “una notevole mano” ad un male che altrimenti non avrebbe avuto molta speranza per essere sconfitto, tanto che ancora oggi è tra i tumori più temuti. Uomini dello spettacolo e molti altri ancora al mondo ogni giorno decedono per questo “brutto” cancro che non lascia scampo soprattutto ai fumatori, la parte più considerevole di soggetti a rischio, e lo si è ribadito anche in questa sede.