United e van Gaal, divorzio inevitabile

0

Un mercato estivo lussureggiante, una storia calcistica incredibile, una squadra che potrebbe essere sicuramente competitiva sul territorio nazionale ma anche a livello internazionale. Questo è, almeno in teoria, il Manchester United. In pratica, nient’altro che una partecipante alla Premier League e un fantasma in Champions.

Sono questi i Red Devils di Louis van Gaal: una squadra senza idee e senz’anima. Il tecnico olandese era stato scelto come colui che avrebbe “raddrizzato” Rooney e compagni dopo l’infelice esperienza sotto la guida di David Moyes, che con il senno di poi aveva fatto anche meglio di van Gaal, stando alle statistiche. Il Manchester United non vince da sette partite tra Premier e Champions League, oggi ha perso l’ennesima partita con lo Stoke City e adesso galleggia in classifica nella terra di nessuno, vale a dire che se il campionato finisse oggi i Reds non disputerebbero neanche l’Europa League.

Solo un improbabile miracolo salverà ora la panchina di van Gaal, che nella migliore delle ipotesi in questo momento sta già preparando le valigie. Difficile capire chi diventerà ora il suo successore: si parla di Ryan Giggs, da tempo assistente a Manchester, ma anche di Mourinho, a spasso e in cerca di una nuova sistemazione. Probabilmente una scelta sarà fatta nelle prossime settimane, ma per il momento si attende il licenziamento di Louis van Gaal, che proprio nel post partita di oggi ha lasciato intuire quale sia l’umore in casa United. Vi lasciamo al video dell’intervista, che vale più di mille parole.

https://www.youtube.com/watch?v=NVivssglYsc