Uomini e Donne, Alessandro Graziani rompe il silenzio: “Percorso fatto di scelte, non punto il dito contro nessuno”

L'ex corteggiatore di Giovanna Abate rompe il silenzio e parla della sua esperienza.

0
Alessandro Graziani
Alessandro Graziani

Ormai manca veramente poco alla scelta di Giovanna Abate, tronista di Uomini e Donne. Il suo percorso nel dating show è stato ricco di ostacoli: dall’essere la non scelta di Giulio Raselli alla pandemia che inevitabilmente ha bloccato il programma. Forse, però, il destino le ha riservato una seconda possibilità poiché Maria De Filippi, durante la quarantena, ha ideato con Mediaset un nuovo format tutto telematico che la ha dato l’occasione di conoscere l’Alchimista.

Prima di avventurarsi nel nuovo format, in realtà rivelatosi un flop a causa dei bassi ascolti, Giovanna era rimasta in sospeso con due ragazzi, Sammy Hassan e Alessandro Graziani. Quest’ultimo è quasi passato in sordina poiché il carattere esplosivo di Sammy ha prevalso e secondo gli spettatori, il ragazzo sarà la scelta. Con l’arrivo dell’Alchimista, identificato come Davide Basolo, il percorso di Alessandro Graziani ha avuto una battuta di arresto.

Il ragazzo, inizialmente, ha preferito fare un passo indietro ed eliminarsi dal programma. Tuttavia, tre dame del trono over hanno chiesto alla De Filippi di poter corteggiare il pallavolista, il quale però ha rifiutato l’offerta. Giovanna, presa dall’istinto forse, ha deciso di richiamarlo e continuare questa frequentazione. Le cose, però, non sono andate bene e Alessandro Graziani ha deciso di eliminarsi definitivamente poiché la ragazza era molto presa dai rivali.

ALESSANDRO GRAZIANI PARLA DELLA SUA ESPERIENZA – Dopo giorni di silenzio, l’ex corteggiatore ha deciso di rompere il silenzio e parlare, seppur poco, della sua esperienza a Uomini e Donne su Instagram. Nessuna frecciatina, nessun dispiacere o attacco: solo gratitudine per chi gli ha dimostrato affetto.

“Ragazzi ho aspettato qualche giorno per fare questo video perché volevo aspettare che passasse un po’ di tempo, volevo ringraziare tutte quelle persone che mi hanno sostenuto e mi sono state vicino durante il mio percorso e che in qualche modo mi hanno capito anche se poi faccio fatica io a capirmi, è difficile come cosa. E poi niente, volevo semplicemente dire che non c’è bisogno di puntare il dito su nessuno perché è un percorso fatto di scelte e queste scelte devono essere rispettate. Chi le digerisce meglio, chi meno, in base al coinvolgimento, sono comunque da rispettare. Volevo solo ringraziarvi ha dichiarato il pallavolista.