Uomini e Donne: Leonardo Greco, dopo il ricovero per il Coronavirus, fa un appello agli italiani

0
Uomini e Donne. Il trono
Uomini e Donne. Il trono. Fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

Leonardo Greco è stato un partecipante al programma tv Uomini e Donne. Come ricorderete, ha partecipato al programma proprio agli esordi, prima come corteggiatore e poi come tronista. Al termine del suo percorso ha scelto la giovane Diletta, inizialmente dubbioso tra lei e Bubi, una donna appartenente al trono over 40. La relazione con Diletta è poi durata ben quattro anni sino a prendere strade diverse. Chi l’avrebbe mai detto che si sarebbe ammalato anche lui di Coronavirus, eppure è successo. Oggi, superata la polmonite torna a parlare sui social facendo un appello a tutti i suoi seguaci italiani.

LEONARDO GRECO: RICOVERATO PERCHE’ POSITIVO AL TEST DEL NUOVO CORONAVIRUS – Dopo aver avuto una grave crisi respiratoria, Leonardo Greco è stato ricoverato in ospedale con la febbre alta, circa 39 di temperatura. Dopo ben due tamponi risultati inizialmente negativi, solo il terzo ha fatto si che si scoprisse la problematica: era infetto di Coronavirus. Il ragazzo è stato dunque in ospedale per ben tredici giorni con la febbre alta ma ora, superata la polmonite è a casa, pronto anche a rassicurare tutti i suoi seguaci.

LEONARDO GRECO: DOPO LA MALATTIA TORNA A CASA E RASSICURA I FOLLOWERS – Dopo qualche giorno, dimesso dall’ospedale e superata dunque la polmonite, Leonardo Greco ha rassicurato tutti di stare bene e che ora avrebbe dovuto solo terminare le cure. Ci ha tenuto a ribadire, infatti, che il pericolo più grosso era ormai scampato.

LEONARDO GRECO: L’APPELLO ALL’ITALIA – Dopo aver avuto questa bruttissima esperienza, Leonardo Greco ha fatto un appello a tutti gli italiani. Ha ribadito quanto fosse importante restare a casa per ‘alleggerire’ anche se di poco, il lavoro dei medici. Ha ribadito che non esiste una cura specifica e che vengono somministrate delle pillole insieme a delle punture. Ha dichiarato di essere rimasto traumatizzato dal vedere persone intubate e con i caschi in testa bisognose di ossigeno. Dunque ormai non riesce più a vedere quelle immagini in tv. Alla fine ha ribadito che questo non voleva essere un appello per ‘spaventare’ ma per capire la drammaticità della situazione e dunque per ricordare che l’unico modo di poter affrontare questa brutta situazione è solo quello di RESTARE A CASA.