venerdì, Aprile 12, 2024
HomeSpettacoloGossipUomini e Donne, malore per Elga Enardu: comunica ai fan dall'ospedale

Uomini e Donne, malore per Elga Enardu: comunica ai fan dall’ospedale

Piccolo incidente per Elga Enardu costretta ad andare in ospedale

Elga Enardu, ex tronista di Uomini e Donne e sorella gemella della famosa Serena Enardu, è finita in ospedale a causa di un piccolo incidente. Fortunatamente la quarantenne sta bene ma la sua famiglia si è parecchio preoccupata, vediamo cosa è successo all’ex volto del dating show di Maria De Filippi.

MALORE PER ELGA ENARDU – Ieri mattina, Elga Enardu ha accusato un malore che l’ha costretta a recarsi in ospedale. Passata dal pronto soccorso, la donna è stata subito ricoverata per fare tutti gli accertamenti. Qualche ora dopo, quando ormai il peggio era passato, Elga Enardu ha condiviso sui social una sua foto per rassicurare i fan.

Tra le storie Instagram, inoltre, è comparso anche un video in cui la quarantenne sarda scherzava e si divertiva con la sua compagna di stanza. A quanto pare, è stato solo un brutto incidente ma ora Elga sta bene.

Poche ore dopo, Elga Enardu ha raccontato l’episodio sui social spiegando di essere stata dimessa dall’ospedale in cui si trovava, il Policlinico Universitario Duilio Casula di Cagliari. La sorella, Serena Enardu, ha esultato per la notizia e ha commentato in maniera scherzosa l’evento: “Non ci ammazza nessuno”.

Elga Enardu, infine, ha fatto sapere ai suoi follower che a breve, quando si sarà riposata e ripresa completamente dallo spavento causato dal malore, racconterà cos’è successo di preciso e perché si sia preoccupata tanto da farsi accompagnare in pronto soccorso da suo marito, Diego Daddi, conosciuto oltre dieci anni fa a Uomini e Donne.

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME