Uomini e Donne, Marta Pasqualato confessa: “Mi hanno chiamata per il GF ma ho rifiutato per fare il medico”

La giovane, ora dottoressa, si occupa di innumerevoli pazienti a Martellago, in provincia di Venezia

0
Fonte: profilo Instagram ufficiale di Marta Pasqualato

Marta Pasqualato l’abbiamo conosciuta bene nel 2018, quando partecipò in veste di corteggiatrice di Nicolò Brigante a Uomini e Donne. Nonostante fosse arrivata alla fine, l’ex tronista siciliano decise di uscire con la sua rivale in amore, Virginia Stablum, la quale rispose di sì. Che fine ha fatto quindi la corteggiatrice?

L’ex corteggiatrice: “Ho detto no al Grande Fratello…”

Intervistata dal Corriere, la giovane ha fatto chiarezza sulla sua carriera attuale ma anche considerazioni su ciò che è stato il suo lavoro sui social. Stando a quanto rilasciato al quotidiano, pare che l’anno scorso Marta fece un provino per il Grande Fratello Vip, ma quando fu richiamata da Alfonso Signorini rifiutò di partecipare.

“Mi avevano chiesto di partecipare ad altri programmi, ho anche fatto un provino per il Grande Fratello poi quando mi hanno chiamata ho rifiutato perché volevo fare il medico ha confessato la Pasqualato.

Oggi la giovane lavora come medico di famiglia e si occupa di 1.380 pazienti a Martellago in provincia di Venezia: “Il posto in cui sono rimarrà vacante. Spero di poter rimanere per dare continuità ai pazienti che seguo, mi sembra giusto per loro. Adesso che mi sveglio ogni mattina alle 6 per andare in studio sono molto più felice di quando mi alzavo alle 11 per scrivere sui social. Il sogno di carriera di tutti sembra essere la popolarità sui social. Non li rinnego di sicuro, grazie a quelli mi sono pagata diversi anni di università. Non vengo da una famiglia abbiente. Non mi hanno fatto mancare nulla ma non navigavamo nell’oro. Mi ricordo bene quando ero piccola e c’erano le bollette da pagare”.

Paura del giudizio dei pazienti: “Ma è andata meglio del previsto”

Marta Pasqualato ha confessato anche di aver temuto moltissimo il giudizio dei suoi pazienti: Dai pazienti pensavo che sarei stata giudicata male. Programmi come quello che ho fatto io sembrano accogliere solo persone che cercano fama senza far fatica, persone superficiali diciamo così. Pensavo che togliere lo stereotipo dal pensiero dei miei pazienti non sarebbe stato facile. Ma è andata meglio del previsto. Più di una persona mi ha detto ‘Ti ho visto in televisione’, altri sono stati super discreti ma chi me ne ha parlato l’ha fatto in modo positivo”.