Uomini e Donne, Matteo Ranieri e le dolci parole sulla nonna scomparsa: “È stata uno dei miei primi amori insieme a mamma”

Il tronista ha parlato del suo rapporto con la nonna in un'intervista per Uomini e Donne Magazine

0
Fonte: profilo Instagram ufficiale

Matteo Ranieri l’abbiamo conosciuto per la prima volta durante il trono di Sophie Codegoni, attualmente chiusa nella casa del Grande Fratello Vip. La loro storia durò effettivamente qualche settimana e i due si lasciarono a causa di alcune incomprensioni caratteriali. Successivamente, il ragazzo è stato richiamato alla corte di Maria De Filippi per intraprendere il suo personale percorso da tronista.

Matteo ricorda la nonna scomparsa

In un’intervista per Uomini e Donne Magazine, il giovane ha ricordato dolcemente la sua nonna, ormai scomparsa. Ranieri è un ragazzo molto attaccato alla famiglia, infatti, ha dichiarato di aver amato indissolubilmente sua nonna, come anche sua madre. Il giovane si è focalizzato su quella che è la sua famiglia, mettendo per un attimo da parte il suo percorso da tronista.

Cosa gli avrebbe consigliato la nonna? “Di scegliere una persona che mi faccia stare bene, al di là dell’aspetto estetico, e che mi faccia stare tranquillo. Perché di questo ho bisogno. Mi piange il cuore al pensiero che non mi possa guardare ma forse lo sta facendo. Anche se non sono il miglior tronista che ci sia mai stato, spero sia fiera del fatto che sono sempre me stesso” ha affermato il giovane.

Attualmente Matteo è in una posizione scomoda nel dating show e ha avuto momenti di grande difficoltà con le sue frequentazioni. Anche in questo caso la nonna sicuramente avrebbe avuto un consiglio per lui: “Per quanto fosse sensibile ed empatica, mia nonna era anche molto diretta, al contrario di me. Ha sempre detto le cose in faccia, magari prima ragionandoci tanto. Le sarebbe, credo, dispiaciuto vedermi in difficoltà. Di certo mi avrebbe detto di svegliarmi, di essere più sicuro di me”.

E ancora pensieri dolci su di lei: È stata uno dei miei primi amori insieme a mamma e, quando ancora oggi ascolto una canzone d’amore o una poesia d’amore, penso a lei. Il nostro tempo insieme, quando sono cresciuto, lo trascorrevamo soprattutto durante la pausa pranzo al lavoro quando insieme a papà andavamo a pranzo da lei”.