Uomini e Donne, Veronica Burchielli e Alessandro Zarino pronti per la convivenza: la famiglia di lei è contraria

I due sono pronti per andare a vivere a Milano, tuttavia, la famiglia di Veronica è titubante.

0
Alessandro Zarino e Veronica Burchiella, fonte: Instagram pagina veronica_e_alessandro_

In un nostro precedente articolo vi avevano anticipato una possibile crisi tra Veronica Burchielli e Alessandro Zarino, ex protagonisti di Uomini e Donne. Tuttavia, a quanto pare tra i due non ci sarebbe nessuna crisi, anzi!

VERONICA E ALESSANDRO PRONTI PER LA CONVIVENZA – I due, nonostante il poco tempo passato assieme, hanno deciso di fare il grande passo verso la convivenza. Alessandro, in una lettera pubblicata sul settimanale Di Più, ha chiesto apertamente alla Burchielli di andare a vivere insieme poiché stufo della distanza. La città dove costruiranno il loro nido d’amore è Milano, dove attualmente lavora Zarino.

LA RISPOSTA DI VERONICA E I DUBBI DEI GENITORI – La Burchielli ha accolto la richiesta rispondendo con un’altra lettera pubblicata dalla rivista edita da Cairo Editore.
“Anche io, come te, sono stanca di fare tanti chilometri per vederci. Mi fa tanto piacere la tua proposta di andare a convivere, sono soltanto un po’ titubante perché penso a tutte le difficoltà che comporta iniziare una vita di coppia nella stessa casa. Ma il cuore mi dice che è la cosa giusta da fare e voglio fidarmi di te. So che insieme daremo una svolta al nostro rapporto” ha ammesso Veronica. “I miei familiari sono un po’ preoccupati dal fatto che io possa andare a vivere con te. Non perché non si fidano ma perché hanno paura che la nostra vita possa essere travolta da troppe responsabilità. Farò capire alla mia famiglia che non ha niente da temere” ha continuato l’ex corteggiatrice sollevando i dubbi della famiglia. Forse è un po’ troppo presto per un passo così importante? Tuttavia, la ragazza ha fatto una sola richiesta al suo fidanzato: “Il mare è un elemento importante della mia vita, promettimi di portarmi al mare ogni tanto. Non perdiamo i legami con le nostre radici”.