Vaccini, alla Mostra d’Oltremare lunghe code: in molti non vogliono AstraZeneca

Una lunga coda di tre ore e forti discussioni per non ricevere il vaccino anglo-svedese

0
Napoli. Foto di Google Contrassegnata per essere riutilizzata

Nella giornata di ieri, alla Mostra d’Oltremare a Fuorigrotta erano attesi 1500 cittadini tra i 70 e i 79 anni al mattino e nel pomeriggio 1131 over 80 per la seconda dose di vaccini. Tuttavia, si è formata una lunga coda anche di tre ore e forti discussioni per il siero AstraZeneca.

LE PAROLE DI CIRO VERDOLIVA – Il direttore generale dell’Asl Napoli 1 ha infatti spiegato il motivo di tali assembramenti al polo fieristico. “Stamattina sono venute oltre 250 persone degli over 80 per ricevere la seconda dose ma erano state convocate per il pomeriggio. Essendo persone di 85-86 anni, io sinceramente non me la sono sentita di far dire loro di tornare a casa e ripresentarsi all’orario regolarmente indicato nel messaggio che avevano ricevuto. Così li abbiamo vaccinati.

Questo ha creato un primo squilibrio, accentuato poi col passare delle ore dalle lunghe discussioni che i cittadini dai 70 ai 79 fanno con il medico per convincerlo a vaccinarli con Pfizer e non con AstraZeneca. Ma questo è un imbuto che abbiamo ormai da molti giorni. La combinazione di questi due fattori ha allungato inevitabilmente le file”.

Le somministrazioni sono terminate alle 20.10 e, alla fine, 395 persone hanno rifiutato il vaccino. Le seconde dosi somministrate sono 982, in 149 non hanno risposto alla convocazione.

Complessivamente, tra centri vaccinali e studi medici, a Napoli le somministrazioni sono arrivate a 4.063. “Ad oggi sono stati vaccinati con la prima dose 844.613 cittadini campani. Di questi, 300.787 hanno ricevuto la seconda dose. In riferimento allo schema riassuntivo della situazione della campagna vaccinale in Campania, le ultime tre voci del bollettino vaccinazioni (Anni 70-79, Convivente-Caregiver, Personale esterno strutture sanitarie) sostituiscono la vecchia voce Altro” si legge nella nota della Regione Campania.