Vaccino, la proposta di Figliuolo: “AstraZeneca anche per under 60”

La proposta del Commissario per l'emergenza Covid è quella di estendere il siero anglo-svedese anche alla fascia di età under 60

0
come prenotare vaccino
Google Licenze Creative Commons

Dopo essere intervenuto sulla questione di mettere in sicurezza tutti gli over 65 per aprire a tutte le fasce di età, il Commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, ha proposto una novità su AstraZeneca. Secondo il Commissario, il siero anglo-svedese può essere somministrato anche agli under 60.

LA PROPOSTA DI FIGLIUOLO – Nonostante il Ministero della Salute abbia raccomandato AstraZeneca solo agli over 60, il generale Figliuolo ritiene di poterlo somministrare anche agli under 60. “I vaccini vanno impiegati tutti” ha spiegato Figliuolo.

“AstraZeneca è consigliato a determinate classi ma l’Ema dice che va bene per tutti. Ci sono effetti collaterali ma sono infinitesimali. Se non impieghiamo tutti i vaccini il ritmo della campagna non raggiunge gli obiettivi nei tempi prefigurati. Dobbiamo credere nella scienza, è l’unico modo per uscire dalla pandemia. Progredendo nella campagna vaccinale abbiamo risultati, un calo dei contagi e una diminuzione delle vittime” ha detto.

LA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLA SALUTE – Lo scorso 8 aprile, il Ministero della Salute fece girare una circolare, firmata da Gianni Rezza, direttore della Prevenzione. Si raccomandava, infatti, l’uso preferenziale del siero anglo-svedese agli over 60, escluso chi ha già ricevuto la prima dose e sta attendendo la seconda.

Entro giugno, inoltre, dovrebbero arrivare in Italia circa 10 milioni di dosi AstraZeneca, così come annunciato Giorgio Palù, presidente dell’Aifa. Il 23 aprile, l’Ema è tornata sulla questione del siero anglo-svedese dichiarando che “è efficace nel prevenire ricoveri, ricoveri in unità di terapia intensiva e decessi dovuti al Covid-19. Gli effetti collaterali più comuni sono generalmente lievi o moderati”.

“Gli effetti collaterali più gravi sono casi molto rari di coaguli di sangue insoliti con piastrine basse, che si stima si verifichino in una persona su 100.000 vaccinati. Le persone, se hanno sintomi, dovrebbero cercare assistenza medica. Il rapporto rischi-benefici del vaccino di AstraZeneca rimane positivo per gli adulti in tutte le fasce d’età, ma i benefici della vaccinazione aumentano con l’aumentare dell’età e dei tassi di infezione” ha precisato l’Ema.