lunedì, Luglio 22, 2024
HomeSpettacoloGossipValentina Ferragni, disavventura ai Caraibi: "Eravamo soli e non stavamo bene"

Valentina Ferragni, disavventura ai Caraibi: “Eravamo soli e non stavamo bene”

Valentina Ferragni ha vissuto una terribile esperienza ai Caraibi assieme al suo fidanzato Matteo Napoletano: ecco cosa è accaduto

Valentina Ferragni ha vissuto delle ore da incubo ai Caraibi assieme al sue fidanzato Matteo Napoletano. Un paio di settimane fa, la coppia si trovava a Saint Bart, nei Caraibi, quando ha deciso di regalarsi una bella escursione in moto d’acqua. Tuttavia, le cose non sono andate bene e solo in questi giorni, la giovane influencer ha deciso di parlarne. Ecco cosa è successo.

Incidente in moto d’acqua

A raccontare del tragico incidente la stessa Valentina sui social, la quale ha rivelato di essersi spaventata molto: “Ciao a tutti ragazzi, eccomi di nuovo. Sono tornata su Instagram dopo un po’ di giorni di relax in cui sono successe delle cose un po’ strane”. La Ferragni ha spiegato che lei e Matteo avevano deciso di concedersi un giro di un’ora e mezza in moto d’acqua accompagnati da una guida per fare il giro di tutta l’isola.

“Dato che Saint-Barth appartiene alle Antille francesi, presumo che quindi funzioni come in Francia, non era necessaria la patente nautica per la moto d’acqua, quindi, la affittiamo. C’era Matteo, io dietro di lui, poi, la guida e un altro ragazzo, ci mettono il giubbotto di salvataggio e ci spiegano come mettere in moto e guidare” ha iniziato il racconto Valentina.

“Pensavamo fosse una cosa molto più semplice, il mare era molto grosso, vento fortissimo. Dopo mezz’ora urlo che non ce la faccio più, non riuscivo ad attaccarmi. Dico a Matteo di tornare indietro, non ce la facevo un’ora e mezza e così. Nel mentre la guida ci ferma e ci dice che sta arrivando una tempesta e che dovevamo tornare indietro. Il cielo più nero che abbia mai visto. Eravamo a mezz’ora dal punto di partenza. Eravamo spaventatissimi. Ragazzi, comincia a piovere fortissimo spiega l’influencer.

Prendiamo un’onda e cadiamo, nel mare aperto non so come ho fatto, ma non riuscivo quasi a respirare. Eravamo in mezzo al mare, con la moto d’acqua lontanissima. Eravamo soli e non stavamo bene. L’altro cliente ci è venuto a soccorrere, mentre la guida è arrivata dopo 5 minuti, vi giuro, solo dopo mi ha preso. Anche Matteo era molto spaventato. Non c’era modo di fermarsi, bisognava soltanto tornare indietro. Passano dieci minuti, arriviamo a riva grazie a Dio, io pensavo che saremmo morti conclude il racconto la sorella della nota Chiara.

Non è tutto, perché l’influencer ha rivelato di non aver avuto un trattamento degno di nota: Alla guida non frega un ca**o delle mie condizioni e ci chiede pure i soldi, perché comunque avevamo fatto 50 minuti di moto d’acqua. Abbiamo litigato e poi abbiamo pagato, non stavo bene, eravamo molto spaventati. Tra l’altro io ho perso un braccialetto a cui tenevo molto e Matteo l’Apple Watch. Nota finale: mi sono rotta due costole.

 

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME