Variante Xe: scoperta nel Regno Unito una nuova variante Covid

0
Variante XE

La variante Xe appartiene alla grande famiglia della variante Omicron. Secondo l’Oms la variante Xe sarebbe frutto di una ricombinazione dei due principali sottotipi della Omicron.

Il primo caso risale al 19 gennaio scorso. La variante è stata scoperta per la prima volta nel Regno Unito. Per adesso i casi affetti da variante xe sono più di 600 persone. Intanto anche in Thailandia è stato segnalato il suo primo caso di Omicron Xe. Il paziente thailandese è ora in isolamento presso il Medical Genomics, Ramathibodi Hospital

Secondo le prime stime, la variante Xe sembra essere circa il 10% più contagiosa rispetto alla variante Omicron. Tuttavia il virus è ancora sotto osservazione e questo dato richiederà un’ulteriore conferma.

Sono infatti ancora poche le informazioni riguardo le caratteristiche della nuova variante. Susan Hopkins, consulente medico della Uk Health Security Agency ha spiegato che non ci sono ancora prove sufficienti per trarre conclusioni sulla trasmissibilità, sulla gravità o sull’efficacia del vaccino.

Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza ha così affermato ad Agorà:

“La variante è ancora sotto osservazione. Per il momento non sembra più letale, ma il fatto che sia più contagiosa è preoccupante perché crea una diffusione enorme del contagio con il coinvolgimento non solo dei pazienti ma anche degli operatori sanitari”.

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha aggiunto: “Sono appena qualche centinaio i casi registrati nel mondo e allarmarsi è prematuro. Conosciamo già altre varianti ricombinanti e di varianti in generale ce ne sono a migliaia: alcune diventano una problematica epidemiologica, altre no”.

Pregliasco dunque sottolinea l’importanza di evitare allarmismi ingiustificati. Ha inoltre affermato che la tendenza dei virus è quella di diventare progressivamente sempre più benevoli. La variante Xe potrebbe quindi rivelarsi più trasmissibile, ma allo stesso tempo meno aggressiva delle precedenti.