sabato, Luglio 20, 2024
HomeCronacaCronaca esteraVenezuela, arrestato il vice di Guaidò. Usa: “Ci saranno conseguenze”

Venezuela, arrestato il vice di Guaidò. Usa: “Ci saranno conseguenze”

Juan Guaidó, leader dell’opposizione in Venezuela autoproclamatosi presidente ad interim del Paese, ha denunciato che il Servizio di intelligence bolivariano avrebbe sequestrato il vicepresidente dell’Assemblea nazionale Edgar Zambrano. Tramite social, Guaidó ha infatti dichiarato: “Allertiamo il popolo del Venezuela e la comunità internazionale che il regime ha sequestrato Edgar Zambrano“.

E’ stato il deputato Oscar Rondero, dirigente del partito Acción Democrática, a denunciare l’operazione di polizia: stando a quanto riportato, all’arrivo della polizia Zambrano si sarebbe rifiutato di scendere dalla sua auto e gli agenti del Sebin avrebbero utilizzato un’autogru per condurlo al carcere di El Helicoide.
Zambrano è uno dei sette deputati a cui due giorni fa l’Assemblea nazionale costituente (Anc) ha revocato l’immunità per aver partecipato al tentativo di sollevamento militare dello scorso 30 aprile.

Gli Stati Uniti hanno bollato come “arbitrario” l’arresto di Zambrano, aggiungendo che se il deputato di opposizione non sarà liberato “ci saranno conseguenze“.
L’ambasciata degli Stati Uniti in Venezuela ha dichiarato tramite i propri canali social: “La detenzione arbitraria del deputato Edgar Zambrano da parte delle oppressive forze di sicurezza di Maduro in Venezuela è illegale e imperdonabile. Maduro e i suoi complici sono direttamente responsabili della sicurezza di Zambrano

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME