Veronica Panarello, accusata di premeditazione

0
Ragusa, giorno dei funerali di loris

Si aggrava la situazione per Veronica Panarello, la donna accusata di aver ucciso il figlio Loris di otto anni. Secondo l’ultima testimonianza della madre, Loris si sarebbe strangolato da solo giocando con delle fascette di plastica, lei si sarebbe soltanto disfatta del corpo del piccolo. In realtà secondo le ultime indagini, sarebbe stata proprio la signora Panarello, il 29 novembre 2014, a strangolare il bambino di otto anni. Veronica risponde di omicidio volontario aggravato e di occultamento di cadavere. Stamane si è tenuta l’udienza preliminare a Ragusa, a Palazzo di giustizia  accanto a Veronica è seduto il padre del piccolo Loris,Davide Stival, che ha deciso di costituirsi come parte civile nel procedimento. La procura davanti al Gup di Ragusa ha contestato alla donna anche la premeditazione. La difesa, a questo punto,  ha chiesto la perizia psichiatrica per la mamma di Loris; il gup di Ragusa, Andrea Reale, ha accettato la richiesta del legale della donna, l’avvocato Francesco Villardita.

Tuttavia, c’è ancora chi crede in Veronica e la sostiene: «Credo che Veronica non abbia ucciso Loris, sono superconvinta che non abbia assassinato suo figlio – afferma Antonella Stival, la zia dell’imputata, – la mia è una vicinanza come un atto dovuto oltre ogni ragionevole dubbio. Neanche i cani si abbandonano  e quindi neanche gli esseri umani quando sbagliano […]».