Via libera tra Regioni, code in autostrada e folla nelle stazioni. Nuova ordinanza in Campania

Da oggi gli italiani sono liberi di uscire dal territorio regionale. Le misure previste in Campania

0
Stazione Napoli Centrale, fonte By CAPTAIN RAJU - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=73934884
Stazione Napoli Centrale, fonte By CAPTAIN RAJU - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=73934884

Le Regioni italiane aprono le frontiere, da oggi gli italiani potranno tornare a circolare sull’intero territorio nazionale senza autocertificazione e già dalle prime ore del mattino si notano i primi effetti.

Lunghe code a Messina in prossimità del porto, traffico sulle autostrade, in particolare nella zona di Genova e nella periferia di Milano. Trafficata l’autostrada del Sole e il raccordo anulare. Molti i cittadini di rientro al Sud, movimentata la stazione di Milano centrale e quella di Roma Termini.

Nel frattempo le Regioni meridionali cercano di tutelarsi in virtù dell’arrivo di numerosi cittadini dal Nord Italia. In Campania il presidente De Luca ha firmato una nuova ordinanza relativa alla mobilità e alle norme di sicurezza, che resterà in vigore fino al 15 giugno.

Nello specifico si prevede che tutti i viaggiatori diretti nelle stazioni ferroviarie campane dovranno sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea. In caso di temperatura uguale o superiore ai 37,5 gradi sarà effettuato il test rapido e in caso di positività l’eventuale tampone.

Tutte le persone provenienti dal Nord qualora avessero sintomi dovranno obbligatoriamente contattare l’ASL. Resta obbligatorio per tutti i cittadini campani l’uso della mascherina, sia all’aperto che al chiuso.