Viaggi itineranti: cosa sono e come organizzarli

0

Viaggiare è senza dubbio uno strumento di crescita che, attraverso esperienze imperdibili, ci fornisce un bagaglio estremamente importante per la nostra vita. Viaggiare, visitare luoghi lontani e culture diverse dalla propria, è un’attività che ci permette di maturare, ampliare la nostra mente e apprezzare al meglio ciò che ci circonda.

Certo, è possibile trovarsi dinanzi a imprevisti durante il proprio percorso, ma ciò insegna a gestire anche i problemi inaspettati e farne tesoro. Scoprire nuovi posti, aiuta a sfuggire dalla monotonia della vita quotidiana, fa conoscere nuove persone e nuove culture capaci di dare insegnamenti importanti da applicare poi nella propria quotidianità.

Se, poi, si sceglie di fare un viaggio all’insegna dell’avventura e non del puro e semplice relax, è possibile anche sviluppare ulteriori abilità come la fiducia nelle proprie capacità.

I viaggi itineranti

Come già detto, i viaggi possono essere un modo per staccare dalla frenesia della vita di tutti i giorni, per trascorrere dei giorni all’insegna del riposo, ma possono anche condurre a delle vere e proprie esperienze avventurose, come nel caso dei viaggi organizzati da Avventure nel Mondo.

Questo approccio non è per tutti, ma richiede un forte spirito di adattamento. Questa formula di viaggio prevede percorsi al di fuori delle mete cosiddette “turistiche”, ovvero quelle particolarmente gettonate tra i viaggiatori definiti “vacanzieri”.

I viaggi itineranti, come quelli proposti da Avventure nel Mondo, permettono di scoprire i luoghi visitati in tutte le sfumature, entrando in contatto con il vero spirito del luogo, talvolta attraverso soggiorni presso le famiglie locali e spostandosi anche con mezzi di trasporto meno confortevoli, lasciandosi guidare dalle proprie esperienze o semplicemente dalle sensazioni e dal cosiddetto sesto senso.

D’altronde, non è necessario pernottare in una struttura a cinque stelle per poter apprezzare le bellezze che un determinato luogo ha da offrire. Anzi, molto spesso capita di vedere luoghi ed eventi particolari solo se si è disposti a fare qualche piccolo sacrifico e rinunciare ai classici comfort.

I motivi per imbattersi in questa particolare avventura sono molteplici; in primo luogo, per imparare a convivere con popolazioni differenti e aprirsi a modi di vivere e di vedere le cose totalmente diversi da quelli quotidiani. Inoltre, i viaggi itineranti spesso sono sostenibili, poiché basati sull’adattamento e sull’utilizzo consapevole delle risorse, senza sprechi e senza deturpare il territorio.

Ad esempio, per conoscere al meglio la cultura e le abitudini di un determinato popolo è possibile partire senza prenotare nessun hotel, ma semplicemente chiedendo ad una famiglia del luogo di essere ospitati: un modo per massimizzare l’esperienza e vivere al 100% la vita di quel determinato Paese. Molto spesso queste tipologie di viaggi vengono effettuate nelle zone del mondo che offrono paesaggi inesplorati.

Come affrontare un viaggio itinerante

A questo punto potrebbe sorgere spontanea la domanda: come è possibile organizzare una vacanza del genere se non si ha alcuna esperienza? Ebbene, se si ha voglia di lanciarsi in un’avventura viaggiando nel mondo senza doversi preoccupare troppo dell’alloggio e di tutti gli altri aspetti, è possibile rivolgersi ad associazioni specializzate in questa tipologia di viaggio, come ad esempio “Avventure nel Mondo”.

Quest’ultimo applica un concept totalmente differente da quello di una qualsiasi agenzia di viaggio, una formula che loro stessi hanno inventato negli anni ‘70 e che tutt’oggi riscuote grande successo. L’idea di base è il principio di autogestione, ossia la collaborazione di tutto il gruppo all’organizzazione dell’itinerario e a tutto ciò che determina la riuscita del viaggio. Infatti, Avventure nel Mondo si occupa di fornire gli strumenti essenziali per la pianificazione, come i biglietti aerei per raggiungere la destinazione, uno studio preciso del territorio da visitare e le condizioni di sicurezza. Per il resto, conta molto l’impronta che il gruppo insieme al coordinatore deciderà di dare al viaggio, scegliendo le opzioni ritenute più giuste per la miglior riuscita dell’itinerario. L’affiatamento, la condivisione e la motivazione nell’affrontare un’esperienza così incredibile spinge ad uscire dalla propria area “comoda” per poter abbracciare il mondo nella sua interezza.

Perché affidarsi ad Avventure nel Mondo

Ma come fare se non si ha nessun amico o conoscente che è disposto a lanciarsi in questa particolare avventura? No problem, anche per questo c’è una soluzione. Infatti, se si ha intenzione di fare un viaggio itinerante, ma non si ha la compagnia adatta per lanciarsi in questo tipo di avventura, oppure non si hanno le competenze necessarie per l’organizzazione dell’itinerario senza intoppi, affidarsi a professionisti del settore potrebbe essere la scelta giusta.

Nonostante si tratti di un viaggio basato proprio sull’autogestione, viene nominato comunque un coordinatore: lo scopo è quello di aggiungere il valore di un partecipante con maggior esperienza di viaggio e che ha studiato un programma realistico da condividere con gli altri anche senza aver necessariamente visitato prima l’area di interesse. Inoltre, grazie allo studio delle relazioni di chi ha affrontato quel viaggio prima di lui, è in grado di supportare chi sceglie di partire ma non ha nessun tipo di esperienza in questa particolare tipologia di viaggio.

Quali posti visitare?

Se si ha intenzione di organizzare un viaggio itinerante è sempre consigliabile puntare su luoghi ricchi di bellezze naturali, capaci di affascinarci anche senza pernottare in strutture ultra-confortevoli. Anche in questo caso, però, è consigliabile chiedere il consiglio a chi ha maggiore esperienza nell’organizzare questa tipologia di vacanza in modo da evitare spiacevoli sorprese.

Avventure nel Mondo propone diverse mete a seconda delle attività che si amano praticare, come ad esempio il trekking, le immersioni, l’esplorazione dei siti archeologici oppure percorsi da scoprire in sella alla propria moto.