Vincenzo Salemme: torna al cinema con “Caccia al tesoro”

0
Vincenzo Salemme, Fonte Foto: Wikipedia

Dal 23 Novembre è disponibile in tutte le sale cinematografiche italiane, la nuova commedia di Vincenzo Salemme.

Il mattacchione napoletano, come ogni anno, ci delizia con una divertente commedia targata Carlo Vanzina.

Il film Caccia al tesoro. E’ scritto e diretto da Carlo e suo fratello Enrico, prende ispirazione da una pellicola del 1996, Operazione San Gennaro di Dino Risi.

La nuova commedia segue le vicende dello sfortunato Domenico Greco (Vincenzo Salemme), attore teatrale sommerso dai debiti. Il disgraziato è costretto a vivere nell’appartamento della cognata Rosetta (Serena Rossi), vedova di suo fratello e con un figlio di nove anni malato di cuore. Il bambino, in pericolo di vita, potrebbe salvarsi soltanto con una costosa operazione negli Stati Uniti.

Per raccogliere i 160 mila euro necessari, madre e zio si inginocchiano di fronte all’altare di San Gennaro alla disperata ricerca di un miracolo. E il miracolo avviene. Il patrono di Napoli suggerisce agli attenti fedeli di prendere uno dei gioielli della sua Mitra custodita insieme al famoso Tesoro nella cripta della chiesa.

Il miracolo di San Gennaro è in realtà lo sfogo di un parcheggiatore che rimbomba nella navata. Domenico e Rosetta però confidano nella grazia ricevuta e con l’aiuto di fedeli amici. I quali sono: Ferdinando (Carlo Buccirossi), Cesare (Max Tortora) e Claudia (Christiane Filangeri), partono per una Caccia al tesoro che li porterà da Napoli, a Torino, fino a Cannes in Costa Azzurra.

Entrano in scena poliziotti, rapinatori professionisti, camorristi e mercanti d’arte, in un cerchio di situazioni esilaranti. Accanto alla comicità non manca il lato umano.

Il film è stato prodotto da Medusa Film e International Video 80. 

La commedia che vede come protagonista Vincenzo Salemme ha conquistato l’appellativo di Favola Moderna. Perché, nonostante il lato comico, comunque il succo della storia è salvare la vita a questo bambino malato. Un po’ come accade nella realtà. I familiari di un bambino malato cercano conforto in una figura superiore. Ma per far sorridere, i Vanzina hanno aggiunto anche un lato magico che è il miracolo.