Visitare il Giappone: cosa vedere a Tokyo e a Kyoto

0

Visitare il Giappone significa esplorare la sua cultura, imparare a conoscere la sua storia e viaggiare alla scoperta della sua natura rurale ed urbana. Non si può dire di aver visto veramente il Giappone se non si è visitato al meno una volta le due più grandi e belle città dell’intero arcipelago nipponico: Tokyo e Kyoto. Due facce della stessa medaglia, due anime gemelle unite dal destino su una terra di antiche tradizioni e dal radicato orgoglio. Si tratta di due città conosciute e apprezzate per cose molto diverse tra loro, ma che alla fine, racconta la stessa storia. La storia di una terra lontana, misteriosa e affascinante che ha dato le origini ad un popolo estremamente interessante. Per visitare questi due colossi rappresentativi del Sol Levante, vi consigliamo di iniziare la vostra pianificazione dal portale www.viaggiareingiappone.it. Una delle più complete ed esaustive raccolte di dati, informazioni, consigli e suggerimenti per visitare in lungo e in largo il Giappone. Un viaggio all’insegna della sicurezza e della scoperta. Nel frattempo che pianificate, vogliamo darvi anche noi qualche indicazione su queste due bellissime città.

 

Visitare il Giappone: Tokyo, la grande metropoli

In origine si chiamava Edo, almeno fino a quando, non venne ribattezza come Tokyo, la capitale orientale. È considerata oggi la capitale dello sviluppo tecnologico ed innovativo. Uno spettacolo per gli occhi, ma anche per il cuore e lo spirito. Infatti a tokyo si possono trovare due diversi aspetti nella stessa città. Da una parte il lato ultramoderno e contemporaneo con le sue luci al neon e i sui altissimi grattacieli. Dall’altro invece c’è la Tokyo tradizionale, di templi e santuari che costellano allegramente tutti i quartieri della città.

 

In questa metropoli c’è davvero tanto da vedere. Vi suggeriamo qualche tappa imperdibile:

 

Shibuya – zona vivace e giovane, Shibuya è un quartiere pieno div ita sia di giorno che di notte. Famoso in tutto il mondo per il famoso incrocio che troviamo immortalato in migliaia di scatti
Asakusa – quartiere all’opposto di Shibuya, Asakusa racchiude ancora un fascino antico e misterioso. Qui è possibile visitare il bellissimo Tempio Sensoji, al quale è possibile accedere dall’imponente posta millenaria Kaminarimon
Akihabara – Se amate lo shopping è qui che dovete assolutamente venire. Akihabara è famosa per negozi e centri commerciali, nei quali, una volta entrati, si può addirittura perdere il senso del tempo (e persino l’orientamento, qualche volta).
Shinjuku – Se invece amate lo shopping in abbinamento anche alla buona cucina tradizionale, è a Shinjuku che dovete andare. Un quartiere che prende vita la notte illuminandosi con le luci al neon di centinaia di piccoli fascinosi localini.
Harajuku – in questa zona è facile vedere gironzolare per le strade i cosplayer che passeggiano durante tutte le ore dei giorni festivi.
Ueno – tranquillo e molto bello, il distretto di Ueno ospita il polmone verde della città: il Parco Ueno. Inoltre è sempre qui che dovete recarvi se volete visitare il Museo Nazionale di Tokyo, il Museo di Arte Metropolitana, il Museo di Arte Occidentale e infine il Museo delle Scienze.
Ginza – quartiere “in” di Tokyo, Ginza è famoso per le raffinate boutique di marchi prestigiosi. Ma se lo shopping non è tutto per voi, allora sappiate che sempre a Ginza trovate il teatro Kabuki-za o il meraviglioso TokyoInternational Forum, un grande centro congressi.

 

 

Visitare il Giappone: Kyoto, la città dei mille templi

Ex capitale del Giappone (dal 794 al 1868), Kyoto è una città ricca di fascino e antichità. La moderna e attuale città di Kyoto fu istituita il 1° aprile del 1889. Anche qui le “tappe obbligatorie” sono davvero numerose:

 

Kinkakuji – Conosciuto come il Tempio d’Oro, è uno degli edifici più visitati del Giappone. Il padiglione è interamente ricoperto da foglie d’oro, la pagoda si articola su tre piani e in custodisce le reliquie di Buddha.
Arashiyama – La foresta di bambù che si trova ad ovest della città. A pochi passi si può visitare il tempio Tenryuji, la Villa Okochi Sanso, il parco delle scimmie e il Tempio Jojakko-ji).
Kiyomizudera – tempio ad est della città di Kyoto è dichiarato Patrimonio dell’Unesco, ed è sicuramente una delle attrattive da non perdere di questa città.
Gion – il distretto delle geishe. Oggi è ancora possibile veder camminare per strada le geishe che si recano a lavoro.
Palazzo Imperiale – unico al mondo, il palazzo imperiale è stato ricostruite più volte a causa di vari incendi. L’attuale struttura è quella ultimata nel 1851.
Kiyomizudera – il tempio dell’acqua pura è pronto ad accogliervi in tutta la sua inestimabile bellezza. È sicuramente una destinazione da mettere nell’elenco delle cose da vedere quando si va a visitare il Giappone, perché è imponente e bellissimo. Anche questo sito è stato aggiunto alla lista come Patrimonio dell’Unesco.
Castello Nijo – costruito nel 1601 e terminato nel 1626 è un castello che ha ospitato per diversi anni anche la famiglia imperiale giapponese. È situato su un’immensa area verde che conta circa 275.000 metri quadri di terreno.
Pontocho – quartiere notturno della città di Kyoto, si anima e prende vita appena si accendono i lampioni della metropoli. Per un tuffo nella vita moderna, divertente e spensierata, anche nella città di Kyoto.