giovedì, Luglio 25, 2024
HomeAttualitàVladimir Putin, cancelliere austriaco: "Collaborerà alle indagini internazionali, ma non si fida...

Vladimir Putin, cancelliere austriaco: “Collaborerà alle indagini internazionali, ma non si fida dell’Occidente”

Lo scorso 11 aprile si è tenuto un colloquio tra Vladimir Putin e Karl Nehammer, cancelliere austriaco. In una recente intervista a Nbc, il politico ha rivelato quanto affermato dal presidente della Russia.

“Collaborerà alle indagini internazionali, ma non si fida dell’Occidente” – Stando a quanto affermato da Nehammer, Putin: “da un lato si è reso disponibile a collaborare a un’indagine internazionale sui crimini di guerra in cui sono accusate le forze russe in Ucraina, come l’uccisione di decine di civili a Bucha, ma anche che non si fida del mondo Occidentale”.

Inoltre lo zar russo avrebbe rivelato al cancelliere che: “meglio che la guerrà finisca prima che dopo”. Una dichiarazione che cozza con quanto invece affermato dai collaboratori del presidente. Stando a coloro che affiancano lo zar, quest’ultimo sta continuando a minacciare l’Occidente affinché smetta di fornire le armi agli ucraini.

All’emittente americana, il cancelliere ha continuato a raccontare di quanto discusso con Vladimir Putin. Il presidente russo: “Non si fida della comunità internazionale, accusa gli ucraini di genocidio nel Donbass e…sì, è nel suo mondo, ma credo che sappia cosa sta succedendo in Ucraina”.

La logica in cui si ritrova intrappolato l’esponente della Russia, spiega Nehammer, lo porta ad essere convinto di vincere il conflitto. A dispetto di queste affermazioni del cancelliere, si può vedere come lo zar della Russia stia facendo riorganizzare l’esercito russo.

I soldati, infatti, sono arretrati solo per preparare un colpo ancora più duro ed efficace. È da più di sette giorni, inoltre, che sono ripresi i bombardamenti da parte della fazione russa. Ad essere presi di mira sono i depositi di armi e munizioni, i palazzi e le fabbriche. Dietro tali strategie c’è probabilmente Aleksandr Dvornikov, generale soprannominato “il macellaio” per le sanguinose spedizioni in Cecenia e in Siria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME