VV: “Verso, il mio nuovo Ep è la mia dimensione” – Music Talk

0
Fonte: foto autorizzata alla pubblicazione da VV
Oggi decima puntata di Music Talk con VV, giovane cantautrice e producer milanese. Il suo pop stralunato, intimo e dolcissimo mantiene una peculiare atmosfera notturna, quasi crepuscolare. Oggi ha risposto per noi ad alcune domande dove ci spiega meglio il suo percorso artistico, buona lettura!

1) Ciao VV, per chi ancora non ti conosce tra i nostri lettori, ci racconti chi sei e come nasce la tua passione per la musica.

Sono una che scrive canzoni quando è incazzata o quando sente di aver qualcosa da tirare fuori, potrei definire la mia musica pop incazzato ma non sarebbe comunque giusto perché è difficile mettermi delle etichette, chissà che domani non mi viene voglia di cambiare, amo sperimentare. La mia passione per la musica ha origini lontane, credo di esserci cresciuta insieme.

2) e… da dove viene il tuo nome d’arte VV?

Dal mio nome, sono le prime due consonanti e suona come se mi stesse chiamando un mio amico.

3) Partiamo subito col parlare di “Verso” il tuo Ep uscito il 14 maggio e con una citazione di Oh no! .. “come stai”? A noi ti va di rispondere senza “paranoie”?

Forse potrebbe venirmi la tentazione di andarmene in moonwalk ora, ma non lo farò. Sto bene e male allo stesso tempo: bene se penso che si inizia a intravedere la famosa luce alla fine del tunnel, male se mi parte qualche paranoia.

4) Cosa rappresenta per te Verso? Che “verso” (aspetto) volevi mostrare di te stessa? Pensi di esserci riuscita, sei soddisfatta?

Verso è la mia dimensione, dentro la quale mi succedono le cose, in movimento. Credo di aver mostrato qualcosa di me e l’ho fatto soprattutto per me, per vedere che succede nella mia testa, non è facile rimanere in contatto con noi stessi in quest’epoca.

5) L’Ep contiene anche singoli come “Pizzaboy” o “Collirio” precedentemente usciti, qual è la traccia che più ti rappresenta e perchè.

Oggi ti dico “Non ti vedo più”, ieri ti avrei detto “il Giusto”, domani potrei dirti “Oh No!”.

6) Spesso nomini Milano, che rapporto hai con la città?

Ho un rapporto molto viscerale, la amo e mi ispira sempre moltissimo anche se a volte la tradisco con il mare.

Fonte: foto autorizzata alla pubblicazione da VV

 

7) Ora la domanda tipica qui a Music Talk, ci dici tre album che ti hanno cambiato la vita e perché?

Green Day – Dookie: è stata la mia cotta adolescenziale, mi ricorda la mia prima sbronza e la band che avevo al liceo

Lucio Dalla – 12000 lune: è una raccolta che racchiude quasi tutti i brani più ascoltati di Lucio, è stato l’album che mi ha fatto venire voglia di scrivere in italiano

Tame impala – Currents: first reaction shock

8) Com’è cambiata VV da Moschino_01 ad oggi? Ci sono degli altri generi musicali che ti piacerebbe approcciare in futuro?

Moschino_01 descrive benissimo la VV di qualche anno fa, sola in una cameretta con la luna fuori e la pioggia dentro, con i pensieri ingarbugliati, ma sempre istintiva. Mi sono aperta molto rispetto ad allora, ma ancora mi sento di non aver detto tutto.

 9) Ora che è uscito l’Ep quali progetti futuri hai? Se potessi scegliere un luogo in Italia dove suonare, anche sognando in grande, quale sarebbe?

Sogno di suonare un giorno al Forum di Assago, dove ho visto la maggior parte degli artisti che amo e che mi hanno ispirato tanto, per il futuro ho un po’ di progetti ai quali sto lavorando, primo dei quali è proprio portare la mia musica live.