domenica, Luglio 21, 2024
HomeSpettacoloGossipWanda Nara, normalizzare il corpo delle donne: "Mangiate pizza senza sensi di...

Wanda Nara, normalizzare il corpo delle donne: “Mangiate pizza senza sensi di colpa”

La moglie di Mauro Icardi ha deciso di parlare a cuore aperto a tutti i suoi follower. Ecco il messaggio che ha mandato

Wanda Nara è tornata a parlare sui social, questa volta non della sua situazione sentimentale. Dopo lo scandalo che l’ha travolta a causa del tradimento del marito, il calciatore Mauro Icardi, l’agente e modella ha voluto lanciare sui social un bel messaggio.

Normalizzare il corpo delle donne

Paparazzata sulla spiaggia, la donna ha deciso di condividere su Instagram lo scatto incriminato senza modificarlo, con tutte le sue imperfezioni. Wanda ha poi scritto: “Quando mi sono ammalata di Covid non caricavo le foto di me distrutta a letto. Tutti noi (quelli che ne hanno la possibilità) mettiamo la foto mentre mangiamo sushi, o un terrazzo con bella vista… io di solito mangio polenta, riso o tagliatelle al burro. Ma non sono molto instagrammabili.

Dato che anche le mie figlie piangono e fanno i capricci non le posto in quei momenti. Aspetto che siano di buon umore per fotografarle. Insomma, il ritocco può giovare o nuocere, vi assicuro che amo ogni centimetro del mio corpo.

E sì! Ho la cellulite come tanti di noi, anche l’acne. E in estate si vede la ricrescita perché mi prendo una pausa dalla tinta. Comunque… sono reale. E scelgo il mio profilo migliore da caricare in rete”.

Successivamente, la moglie di Mauro Icardi ha fatto questa considerazione: “Ragazze, se ho tanto successo anche così, vi consiglio di iniziare a mangiare pizze senza sensi di colpa. Ovviamente nessuno carica una foto dove sta male“.

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME