Wiggins Rookie dell’anno mentre Chicago vince la serie

0

Andrew Wiggins è stato votato come Rookie of the Year 2014/2015 in Nba. Non una sorpresa, per un giocatore che si è messo in mostra per tutto l’arco del campionato nonostante la sua squadra, i Minnesota Timberwolves, abbiano chiuso la stagione con il peggior record della Lega. Il canadese, arrivato a Minneapolis nell’operazione che ha portato Love ai Cavs, ha messo a referto 20 punti in 11 delle ultime 15 partite ed ha chiuso la stagione con 16,9 punti di media e 4,6 rimbalzi, con il 44% dal campo e andando in doppia cifra in 69 partite su 82. Al secondo posto si è classificato Nikola Mirotic dei Bulls e terzo Nerlens Noel dei sixers.

Intanto i Bulls strappano il pass per le semifinali vincendo a Milwaukee 120-66. Bucks strapazzati e costretti già sul 65-33 nel primo tempo e chiudono a -54 che non eguaglia il record del 1956 tra Minnesota e Saint Louis. 20 punti di Dunleavy, 19 di Gasol, 16 di Butler e 15 di Rose. Ora Chicago dovrà vedersela con i Cleveland Cavaliers.

Si arriva a gara 7 invece invece tra Spurs e Clippers, grazie alla vittoria esterna di Los Angeles che ribalta il fattore campo 96-102. Fondamentale Blake Griffin con 26 punti e 12 rimbalzi, e Chris Paul, 19 punti e 15 assist. San Antonio ha sprecato davvero un gran match point, in cui il suo sicuramente lo ha fatto Marco Belinelli, autore di 7 triple e 23 punti totali. Sabato la gara decisiva.