Wonder Woman, Patty Jenkins firma ufficialmente per dirigere il sequel!

La regista Patty Jenkins torna in cabina di regia per una nuova avventura della principessa amazzone

0
Wonder Woman, fonte : Flickr

Sebbene dato per scontato sin da prima che il film uscisse nelle sale di tutto il mondo, la regia del sequel di Wonder Woman a opera di Patty Jenkins non era stata confermata, in quanto le trattative erano ancora in corso. La regista ha più volte confermato di avere molteplici idee per la continuazione del viaggio di Diana Prince, che sarà interpretata nuovamente dall’acclamata Gal Gadot (e secondo alcuni rumors potrebbe anche tornare anche Chris Pine nei panni di Steve Trevor) e si è sempre mostrata positiva sulla prospettiva di tornare a lavorare sul franchise.

E’ Variety a dare la notizia della conclusione di tali trattative, con un contratto molto più remunerativo per la Jenkins (si parla di cifre che ruotano intorno ai 7-9 milioni di dollari), che nel primo film aveva percepito invece 1 milione di dollari. Si tratterebbe quindi di una cifra record per una regista donna, che si va ad aggiungere agli altri numerosi record infranti dal primo film (maggior incasso per un film con protagonista femminile, maggior incasso per una regista donna, maggior incasso per un “origin movie” supereroistico e molti altri). Questi numeri non fanno altro che accrescere l’attesa per la nuova avventura della principessa di Themyscira, tanto da chiedersi se riuscirà a migliorare quanto fatto nel primo capitolo, indubbiamente (e a sorpresa) il film dell’estate, e se porterà a una rivoluzione per le registe donne e i personaggi femminili a Hollywood.

L’uscita di Wonder Woman 2 (titolo provvisorio) è già stata fissata per il 13 Dicembre 2019, per cui è molto probabile che le riprese inizino nei primi mesi del prossimo anno. La Jenkins oltre a stare dietro la macchina da presa si occuperà della sceneggiatura insieme a Geoff Johns (presidente della DC Entertainment e attualmente alla guida dell’intero Universo Cinematografico DC), la cui stesura è già in corso.