Zarco in testa: sue le FP2 della Moto2 ad Assen

0

Torna la minaccia di pioggia sul circuito olandese che vede sparire nuovamente il sole dietro a nuvoloni grigi e minacciosi.

Questa mattina abbiamo assistito a diversi colpi di scena ma il giro matto di Sam Lowes è stato il migliore.

Così, oggi pomeriggio, Zarco ha deciso di emulare il pilota inglese e beffare Simone Corsi nel finale delle FP2 ad Assen per la Moto2: come sempre all’ultimo giro buono dopo l’esposizione della bandiera a scacchi.

Il pilota francese ha dimostrato da subito la sua supremazia ma ancora una volta il primo pilota a contrastarlo è stato Simone Corsi che è rimasto al comando della sessione fino alla fine quando, con l’ultimo giro disponibile, Zarco ha affondato il suo colpo strappando la leadership dalle mani del pilota italiano. L’ultimo giro segnato è stato magico per Johann che è arrivato al T4 con quasi 3 decimi di vantaggio e al traguardo aveva raccimolato 196 millesimi di vantaggio su Corsi.

In terza posizione ha chiuso Sam Lowes, costante per l’intera sessione anche se non è stato incisivo come questa mattina, dietro di lui hanno chiuso Folger e Màrquez con quest’ultimo in continua crescita sul circuito della Cattedrale della velocità.

Sembra invece faticare più del solito Rins, visibilmente scontento nel box, mentre Morbidelli si salva in extremis con un ottimo nono tempo davanti a Simon.

Anche Kallio strappa l’undicesima posizione proprio nel finale mettendosi dietro Luthi e Pons.

Aegerter precipita in sedicesima posizione così come Salom che nelle FP2 ha faticato molto più che sta mattina.

Ha patito molto il cambio di temperatura anche Baldassarri, solo ventottesimo mentre Iwema, wild card, è stato protagonista di una caduta fortunatamente senza conseguenze.

A quanto pare domani pioverà, ormai è quasi una notizia certa, quindi bisognerà lavorare il doppio sin dalle FP3 per arrivare pronti alla gara di sabato, che non si sa ancora se sarà asciutta o meno (70% di possibilità che piova) ma bisognerà cambiare completamente le moto per strappare la qualifica migliore, nonché la prima bagnata dell’anno.