“A Quiet Place”: quando il silenzio può salvarti la vita

0
In foto, John Krasinski e la moglie Emily Blunt ai Golden Globe Awards del 2013. (Fonte immagine: commons.wikimedia.org)

L’horror è diventato uno dei generi cinematografici più diffusi e apprezzati dal pubblico. Non è un caso, dunque, se nell’ultimo ventennio la produzione di “film di paura” ha subito un incremento. Tuttavia, come un coltello a doppia lama, questo incremento ha avuto delle conseguenze. Prima fra tutte, la caduta nello stereotipo e nella prevedibilità; pericolo in cui, molto probabilmente, non rincorrerà il film “A Quiet Place – Un posto tranquillo“.

La pellicola è stata diretta da John Krasinski, nuovo in questo genere. Il regista statunitense, infatti, è diventato famoso soprattutto per la serie televisiva “The Office” e per alcune commedie per il grande schermo. Eppure, proprio la sua poca esperienza nel genere horror gli ha permesso di essere molto originale.

A Quiet Place – Un posto tranquillo“, infatti, racconta la vita di una famiglia relegata in una fattoria. La situazione descritta nella pellicola è a dir poco disperata ed apocalittica: ogni membro della famiglia deve mantenere sempre l’assoluto silenzio per evitare di attirare le crudeli forze soprannaturali che dominano il mondo. I vari protagonisti, quindi, sono costretti a comunicare con il linguaggio dei segni americano, rappresentando una situazione insieme disperata e spaventosa.

Oltre alla trama così avvincente, però, il film fa emergere anche altri particolari motivi di interesse. Ad interpretare i genitori protagonisti, infatti, saranno Emily Blunt e il regista John Krasinski che, nella realtà, sono effettivamente sposati! Quindi, non solo John dirigerà se stesso, ma anche la moglie.

L’attesa del film, dunque, cresce notevolmente; attesa che dovrà consumarsi ancora per poco. “A Quiet Place – Un posto tranquillo“, infatti, sarà trasmesso nelle sale italiane a partire dal prossimo 5 aprile 2018!