Milan, Paletta incedibile: sarà lui ad affiancare Romagnoli

0

In attesa della firma del preliminare coi cinesi, il Milan deve pensare alla propria rosa e rinforzare i punti deboli della squadra. Ma, come diceva anche Sinisa Mihajlovic, il Milan presenta delle lacune in tutti i reparti. A centrocampo manca il giocatore di qualità in grado di dettare i tempi di gioco e di garantire quella supremazia, che ha sempre contraddistinto i rossoneri e che, col passare degli anni, è andata mano mano scemando. In attacco, nonostante i goal di Carlos Bacca, sempre più vicino alla cessione, manca la variabile impazzita: quel giocatore in grado di cambiare il destino delle partite anche con una sola giocata. Ma il problema più grande lo si ha soprattutto in difesa: di solito le difese rossonere si sono sempre contraddistinte per la loro classe ed eleganza, altra caratteristica che si è persa negli anni. Gli ultimi grandi difensori rossoneri sono stati sicuramente Nesta Thiago Silva, dopo di loro nessun difensore passato per Milanello è riuscito a dimostrarsi all’altezza della maglia che vestiva. Il Milan ripone ora tutte le sue speranze nel giovane Alessio Romagnoli, un vero e proprio investimento per il futuro visto quanto è stato pagato. Il giovane romano si è reso protagonista di una buona stagione ma il fatto di non avere un adeguato mentore al suo fianco, viste le prestazion altalenanti di Zapata e Alex, lo ha danneggiato parecchio. Il Milan non potrà muoversi sul mercato ancora per diverse settimane, e deve quindi rendersi conto delle risorse a disposizione, tra cui c’è Gabriel Paletta.

PALETTA NON SI VENDE- Paletta è diventato un elemento indispensabile per Vincenzo Montella e la sua difesa,anche a causa dell’infortunio di Zapata. Reduce dalla buona stagione in prestito all’Atalanta, i rossoneri per ora lo ritengono assolutamente incedibile: in attesa di rinforzi (Mateo Musacchio su tutti), sarà lui a guidare la retroguardia e a fare da chioccia ad Alessio Romagnoli. Sull’italo-argentino, però, non si può fare certamente affidamento per tutta la stagione, quindi c’è un bisogno assoluto di rinforzi senza dubbi. Intanto però il Milan lo ha bloccato, anche perché l’Atalanta farebbe carte false per averlo nuovamente a Bergamo.

Come riportato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, gli orobici continuano a monitorare la sua attenzione in rossonero. L’ex Parma è il primo obiettivo per la difesa di Gian Piero Gasperini, ma per ora non se ne fa nulla perché la società di via Aldo Rossi non ha intenzione di lasciarlo partire. Il discorso potrebbe riaprirsi più avanti magari, soprattutto se Adriano Galliani dovesse finalmente chiudere per Musacchio o comunque per un rinforzo in difesa. Attualmente il mercato in entrata è bloccato, quindi Montella è chiamato a valorizzare i calciatori in rosa e a fare di necessità virtù. Le partite dell’International Champions Cup saranno importanti per capire se ci si può fidare.