Carlo Ancelotti fa sognare e promette: “Ci sono solo due squadre in Italia per cui tornerei!”

0

Domani c’è Fiorentina-Roma. Un match fondamentale per testare le ambizioni di vertice giallorosse contro, di fatto, una diretta concorrente. I processi a Garcia sono partiti già da un paio di settimane, figuriamoci dopo il beffardo pari europeo di Leverkusen. Le prossime gare saranno decisive anche per il suo futuro. Intanto, sullo sfondo appare un nome che che entusiasma tutto l’ambiente Roma: Carlo Ancelotti. Uno che ha lasciato un ricordo indelebile e tornerebbe di corsa. Lo ha confessato egli stesso nel corso di un’intervista concessa ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Parole che fanno sognare tutti i tifosi giallorossi. Eccole di seguito: “La prossima stagione tornerò in panchina, se qualcuno mi vorrà. E comunque, se tornassi in Italia, il Milan e la Roma sarebbero le uniche squadre dove potrei allenare, anche se mi attira soprattutto l’estero. Per me la Roma ha l’attacco più forte del campionato. Bisogna solo trovare un equilibrio. Quando segni 4 gol in trasferta, come è successo a Leverkusen, di solito vinci. Se non lo fai, devi correggere qualcosa. In Champions vedo messa bene la Juventus. Andrà avanti. Spero che lo faccia anche la Roma“. L’auspicio di Ancelotti c’è. Un ombra che si addensa sempre più. Quella panchina lo aspetta. Di che colore lo scopriremo solo vivendo.