Inter, difesa e contropiede espugnano il San Paolo

0

L’Inter è in semifinale di Coppa Italia. Per riuscirci è servito il minimo sforzo: difesa e contropiede costituiscono la ricetta che ha condotto ad una sorprendente vittoria per 2-0 al San Paolo contro la capolista della Serie A, il Napoli. In una partita scialba e con pochi spunti, il risultato non si sblocca fino al 74′, quando Jovetic approfitta di un’indecisione della difesa napoletana per provare il tiro e sbloccare il risultato. A quel punto, con il Napoli costretto a tentare la sortita offensiva di fronte ad un avversario molto ordinato e aggressivo in fase difensiva, la spunta Ljajic, che, innescato da un passaggio di Jovetic, buca nuovamente Reina in un’azione di contropiede. La partita finisce 2-0 per l’Inter ma il risultato è anche pesante per la squadra di Sarri, il quale lascia trasparire tutto il suo nervosismo sul finire di partita, quando una presunta incomprensione con Mancini provoca quasi la rissa a bordo campo; nel frattempo Mertens si fa espellere rimediando il secondo giallo per simulazione in area di rigore. Per l’occasione, il Napoli aveva fatto ampiamente turnover, lasciando in panchina sia Insigne sia Higuain (poi subentrato a Gabbiadini nel secondo tempo), mostrandosi più intraprendente durante la prima frazione di gara e meno reattivo nella seconda. I nerazzurri, da parte loro, hanno rischiato pochissimo, grazie ad una difesa sempre concentrata e ben disposta in campo. Vittoria, in fondo, meritata per l’Inter, che accede alle semifinali, dove troverà una tra Lazio e Juventus.

 

*Fonte foto: www.corrieredellosport.it