Nike rescinde il contratto con il pugile Pacquiao per omofobia

0
manny pacquiao

Il colosso dell’abbigliamento sportivo Nike ha fatto sapere con un comunicato di aver rescisso il contratto di sponsorizzazione che legava l’azienda americana con il pugile filippino Manny Pacquiao, dopo che lo stesso aveva usato commenti dispregiativi nei confronti dei gay durante un’intervista rilasciata ad una tv locale. Il pluricampione mondiale, candidato al Senato filippino, ha dichiarato: “Avete mai visto degli animali che abbiano relazioni uomo-uomo o donna-donna? Questo non succede tra gli animali, quindi gli omosessuali sono peggio degli animali”. Ovviamente queste dichiarazioni hanno sollevato un polverone mediatico ed il filippino ha tentato di rimediare scusandosi sui vari social, girando un video dove si vede chiaramente il simbolo disegnato per lui da Nike.

L’azienda di abbigliamento sportivo si è subito dissociata dalle parole di Pacquiao “ritenendo disdicevoli i commenti del pugile. – si legge nel comunicato Nike – Noi ci opponiamo con forza a qualunque tipo di discriminazione, impegnandoci da molto tempo nel sostegno e nella difesa dei diritti della comunità LGBT, pertanto rescindiamo con effetto immediato il contratto di sponsorizzazione che ci lega con il pugile“.

Pacquiao inizialmente non si era accorto dell’incidente politico provocato, ma si è difeso dicendo sostanzialmente “quello che prescrive la Bibbia“. L’ex-campione del mondo dei pesi welter, ormai a fine carriera, attualmente investe il suo tempo in politica, assumendo posizioni religiose e conservatrici.